Marquez-Rossi, clima infuocato a Misano. Lo spagnolo: "Io lotto per il Mondiale". La replica: "Mi ha ostacolato"

Traiettorie pericolose nel time attack, con entrambi ad ostacolarsi a vicenda. Ognuno ha dato la sua versione dei fatti

Foto Marco Iorio

Valentino Rossi contro Marc Marquez. Marc Marquez contro Valentino Rossi. Si accende il post qualifiche del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini. Traiettorie pericolose nel time attack, con entrambi ad ostacolarsi a vicenda. Ognuno ha dato la sua versione dei fatti. Comincia Marquez: "E' un po' strano che succedano queste cose in una qualifica. Sono partito dal box da solo, poi è arrivato Valentino che stava aspettando o comunque che aveva rallentato. In quel momento non c'era l'intenzione di spingere. L'ultimo giro stavamo spingendo. In uscita dalla curva 6 Valentino ha toccato il verde, per poi andare più piano del normale. Così ho deciso di sorpassarlo. Al Curvone è entrato forte e non capisco quale fosse la sua intenzione. Bisogna chiedere a lui. La cosa più importante è stato vederlo in tempo e non cadere".

Poi il portacolori della Repsol Honda ha lanciato una frecciata al nove volte campione del mondo. "Non sono arrabbiato, io lotto per il campionato. Qualcun'altro non può farlo". E ancora: "Non ho chiesto scusa in pista, ma il mio gesto era per chiedere cosa stesse accadendo. In qualifica un sorpasso del genere è un po' strano". "Io stavo aspettando Marc? Non capisco - è la replica di Valentino -. Io ho visto che quando sono andato largo lui mi è venuto subito a bloccare per finire le mie ultime possibilità che avevo. Poi ho visto un cenno con la mano, ma non ho capito cosa volesse dire". Rossi scatterà dalla terza fila: "Speravo di stare nei primi cinque perché avevo il potenziale per farlo. Però ho un buon passo, mi è mancato il giro finale per quel che è successo".

Rossi e Marquez sono stati convocati dallo Stewards Panel. I commissari hanno deciso di non penalizzarli. È stato è un incontro di poco più di dieci minuti nel quale Rossi e Marquez, accompagnati rispettivamente dai team manager Maio Meregalli e Albergo Puig, si sono confrontati su quanto accaduto. Non ci sono state tensioni. I due piloti hanno dato le loro versioni, con analisi video.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Roberto Casadei, un cantore della Romagna

  • Stroncato da un malore durante la pedalata, ciclista perde la vita in strada

  • Picchiata dal marito costretta a un escamotage per chiedere aiuto ai carabinieri

  • Guida senza patente e fornisce le generalità della gemella sperando di farla franca

  • Sesso a tre col transessuale finisce a sassate, nei guai coppia di fidanzati

  • Sieropositivo faceva sesso con diverse donne conosciute in chat, una è stata infettata: arrestato

Torna su
RiminiToday è in caricamento