venerdì, 18 aprile 9℃

Scazzottata con Ljajic, Rossi paga il minuto di follia con 3 mesi di squalifica

La scazzotta con Adem Ljajic è costata a Delio Rossi tre mesi di squalifica. E' quanto ha stabilito il Giudice Sportivo, Gianpaolo Tosel

Redazione 3 maggio 2012

La scazzotta con Adem Ljajic è costata a Delio Rossi tre mesi di squalifica. E' quanto ha stabilito il Giudice Sportivo, Gianpaolo Tosel. Le immagini televisive evidenziano, si legge nella sentenza del giudice, “una condotta inconsulta, tanto violenta quanto imprevedibile, la cui gravità non può essere attenuata dalla tensione emotiva generata da una delicata fase agonistica". Tosel ha ricostruito anche quanto accaduto al minuto 31, quando c'è stato lo scontro tra Ljajic e Rossi.

Annuncio promozionale

L'allenatore, ha scritto il Giudice Sportivo, “si lanciava repentinamente sul proprio calciatore, afferrandolo con il braccio sinistro e colpendolo ripetutamente con il braccio destro al volto, fintantoché alcuni collaboratori riuscivano, sia pure a fatica, ad allontanarlo dallo Ljajic”. L'arbitro, si legge ancora, “dichiarava di 'non aver visto quanto accaduto'”. Intanto la Fiorentina ha ufficializzato la sospensione del giocatore.

Delio Rossi
calcio

Commenti