Super Rinascita: battuta anche la corazzata Piacenza

"E' stata una domenica perfetta, abbiamo vinto una partita difficilissima di fronte ad una cornice di pubblico meravigliosa"

In una domenica dallo splendido sapore natalizio, la Rinascita regala al numeroso pubblico del Flaminio (oltre 2600 spettatori presenti) una prestazione di grandissima intensità e riescono a battere anche la corazzata Piacenza dopo 40' di alto livello. "E' stata una domenica perfetta, abbiamo vinto una partita difficilissima di fronte ad una cornice di pubblico meravigliosa - afferma coach Massimo Bernardi -. Faccio i complimenti a tutti i miei ragazzi a cui mando un grande abbraccio ed auguro buon Natale e felice anno nuovo a tutti i nostri tifosi e l'intero mondo RBR. Dedico un pensiero particolare ad Osvaldo, un nostro sostenitore, che sta lottando contro una malattia: questa vittoria è per lui". Numeri entusiasmanti anche per l'iniziativa "Teddy Bear Toss": i peluches raccolti sono stati infatti oltre 2000. Un risultato eccezionale che dimostra ulteriormente la voglia per RBR di essere un grande progetto non solo sul piano sportivo, ma anche, e sopratutto, su quello sociale. Grazie alla Comunità Papa Giovanni XXIII i peluches verranno consegnati alle case-famiglia ed ai bambini in Tanzania. MVP Eugenio "Genio" Rivali con 19 punti, 5 assist e 5 falli subiti.

La pioggia di peluches si scatena subito dopo la tripla di Rivali che aggredisce subito la partita con Rinaldi insieme al quale segna i primi tredici punti della squadra. Piacenzareagisce con Cena che sigla il canestro del sorpasso ad inizio secondo quarto poi allunga grazie alla bomba di Artioli (24-30 al 14’); RBR non si scompone e con Luca Bedetti ed un Rivali stellare piazza l’allungo di fine primo tempo (37-32). Gli ospiti cominciano a riprendere confidenza col canestro dopo la pausa lunga e grazie al jumper di Perin inseguono di un solo punto (47-46 al 28’). Albergatore Pro trova un solido Ambrosin sotto le plance e si riporta sul +4 con un'altra giocata di Rivali (52-48). Cenatrova il pareggio ad inizio ultimo quarto (53-53): comincia un botta e risposta senza esclusione di colpi caratterizzato da tanta intensità. Rimini prima si porta avanti di sei lunghezze, poi Udom dalla lunetta non sbaglia ed impatta a quota 69 (39’). Negli ultimi secondi viene fuori tutta la classe e l'esperienza di Eugenio Rivali che sia con la penetrazione in area sia dalla lunetta fa centro e mette in ghiaccio il risultato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trema la terra, registrata scossa di terremoto nell'entroterra riminese

  • Estetista abusiva pizzicata a lavorare in casa senza permessi

  • Ruspa come ariete per mettere a segno la spaccata nel supermercato

  • Bollo auto: ecco cosa cambia nel 2020

  • Chiusi i seggi, la diretta elettorale delle elezioni regionali 2020

  • Scoperto dai Nas uno studio dentistico abusivo gestito da un odontotecnico

Torna su
RiminiToday è in caricamento