Superbike, Rinaldi entra in Superpole anche a Imola: "Abbiamo faticato"

La giornata del portacolori della Ducati del Junior Team Aruba non è iniziata nel migliore dei modi, con un piccolo problema sulla sua Panigale R che ha condizionato la FP1

Non è stato facile, ma l'obiettivo di giornata è stato centrato. Nel venerdì di Imola Michael Ruben Rinaldi è riuscito a qualificarsi per la Superpole del Gran Premio d'Italia, quinto round del mondiale Superbike. La giornata del portacolori della Ducati del Junior Team Aruba non è iniziata nel migliore dei modi, con un piccolo problema sulla sua Panigale R che ha condizionato la FP1. Il campione europeo della Stock 1000 è riuscito a scalare progressivamente la classifica fino a siglare il decimo tempo. "Sono abbastanza contento di come è andata - esordisce il riminese -. Non avendo mai girato con la Superbike qui, inizialmente abbiamo faticato a trovare un setup competitivo. Nel pomeriggio il feeling è migliorato e siamo riusciti a girare con più regolarità. Abbiamo ancora da lavorare e la FP4 sarà importante per farci trovare pronti per la SuperPole, ma sono fiducioso".

Altri riminesi in pista

Nell’Europeo Superstock 1000, quattro italiani nelle prime cinque posizioni. Pole provvisoria per Federico Sandi (Ducati), davanti a Roberto Tamburini (BMW) e Markus Reiterberger (BMW), racchiusi nello spazio di tre decimi. Con distacchi oltre il secondo seguono Riccardo Russo (Kawasaki) e Luca Vitali (Aprilia). Regolarmente in pista Alessandro Delbianco, operato appena quattro giorni fa alla spalla destra infortunatain un test. Al mattino il pilota romagnolo è riuscito a completare 10 giri, il migliore dei quali in 1’53.249, per posizionarsi 13esimo alla fine della sessione. Riuscendo ad abbassare il suo tempo di quasi un secondo nella seconda sessione, Alessandro ha concluso al 14mo posto grazie ad un tempo veloce di 1’52.311. 

"La seconda sessione è andata meglio della prima, ma onestamente non cercavo il tempo - commenta -. A così pochi giorni dall’intervento ho preferito concentrarmi sulla guida senza forzare la mia spalla, poi sabato cercheremo di focalizzarci di più sulle performance. Non posso dire ancora quanto sono fiducioso per la gara, vediamo come va nelle ultime prove, ma visto che non sapevamo neanche se sarei stato in grado di correre, diciamo che quello fatto è già molto positivo".

alessandro-delbianco-imola-2018-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il programma Melaverde fa tappa in Romagna tra ristoranti e tour in collina

  • Temperature in picchiata, arriva la prima nevicata della stagione

  • Tre giorni di live, a Capodanno Riccione diventa la capitale della musica: arivano anche Emma e Mahmood

  • Aggressione sessuale nell'ascensore di una clinica medica: paura per una ragazza

  • "Siamo nel mirino delle bande di ladri", i residenti infuriati chiedono più sicurezza

  • In migliaia all'assalto di 38 posti di lavoro: boom di domande per il concorso

Torna su
RiminiToday è in caricamento