Superbike, Michele Pirro wild card per il round di Misano: "La V4R ha un grande potenziale"

Michele Pirro, in qualità di wild card, affiancherà Michael Rinaldi e per la prima volta il Barni Racing Team avrà una coppia di piloti nel box del mondiale

Il Barni Racing Team raddoppia. Per l’appuntamento di Misano Adriatico del campionato mondiale Superbike, in programma il 21-23 giugno 2019, saranno due le Ducati Panigale V4 R schierate dalla squadra bergamasca. Michele Pirro, in qualità di wild card, affiancherà Michael Rinaldi e per la prima volta il Barni Racing Team avrà una coppia di piloti nel box del mondiale.

Dal 2015 il pilota di San Giovanni Rotondo, collaudatore Ducati MotoGP, domina nel campionato italiano velocità classe Superbike insieme al team di Calvenzano; per lui si tratterà di un ritorno al mondiale delle derivate di serie dove ha già corso - in sella a una Ducati Panigale R - nel 2013, a Magny-Cours, e nel 2015 a Misano e a Jerez, ottenendo un sesto posto come miglior risultato.

"Dopo tanti successi a livello nazionale sono molto contento dell’opportunità che il Barni Racing Team è riuscito a creare per permettermi di misurarmi in un contesto prestigioso come quello del mondiale Superbike - afferma Pirro -. "Barni" ha fatto un grandissimo lavoro per rendere possibile questa avventura, devo ringraziare lui e tutti quelli che hanno creduto in questo progetto, dagli sponsor alla Ducati che mi ha concesso la possibilità di correre".

"La Ducati Panigale V4 R ha dimostrato di avere un grande potenziale e io cercherò di dare il mio contributo per migliorare il pacchetto tecnico che il team ha a disposizione con il massimo impegno sia in pista sia nel lavoro coi meccanici - conclude Pirro -. Non sarà una gara facile perché il livello del mondiale è molto alto, ma l’obiettivo è quello di ottenere il miglior risultato possibile".

"È una grande soddisfazione poter schierare la seconda moto nel mondiale Superbike - afferma il team principal Marco Barnabò -. L’accordo con Pirro per una wild card a Misano è la conclusione di un percorso cominciato oramai qualche anno fa nel CIV, potarlo a correre insieme a noi anche nel mondiale è un traguardo che mi riempie di orgoglio".

"Dovremo raddoppiare gli sforzi, ma in questo modo siamo riusciti a rendere ancora più speciale la gara di casa per noi e per i nostri fan - conclude -. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza la disponibilità della Ducati, il sostegno degli sponsor e del nostro partner Gianbo che ha collaborato con noi al progetto. A loro va il mio ringraziamento più grande, oltre che a tutti i miei collaboratori che mi supportano quotidianamente".
 

Potrebbe interessarti

  • Pulire i vetri: addio agli aloni su finestre e specchi

  • "Il parchetto di Miramare tra sbandati che bivaccano ed escrementi umani ovunque"

  • Stop al sudore: come scegliere il deodorante giusto per la tua pelle

  • Gli odori, i ricordi, il marketing e la Sindrome di Proust

I più letti della settimana

  • Fulmine centra azienda agricola, vasto incendio nel deposito delle rotoballe

  • Investimento mortale sulla linea ferroviaria, stop ai treni sulla linea adriatica

  • Lui, lei e l'altro, il triangolo amoroso finisce con pugni e schiaffi nel parco

  • Il Sole 24 ore incorona Rimini come capitale dell’italian lifestyle

  • Perde il controllo e si schianta contro un albero, centauro deceduto sul colpo

  • A Miramare gli hotel dell'orrore: strutture in pessime condizioni igienico sanitarie

Torna su
RiminiToday è in caricamento