Superbike, Rea vince e scappa. Un altro zero per Bautista. Bene Rinaldi e Delbianco

Marco Melandri chiude nono davanti a Michael Ruben Rinaldi. Buon tredicesimo posto per Alessandro Delbianco

Alvaro Bautista sbaglia. Jonathan Rea no. E cambia l'inerzia di un mondiale Superbike che sono ad Imola sembrava saldamente nelle mani dello spagnolo. Il portavalori della Ducati ha commesso il quarto errore in otto gare, vedendo scappare il nordirlandese a +49. Il pilota della Kawasaki, che non ha mai mollato nonostante lo strapotere della Ducati numero 19 nei primi round, a Laguna Seca si è regalato l'ottavo successo stagionale, il 79esimo in carriera. Ha fatto il vuoto, staccando Chaz Davies, che nei circuiti old style riesce sempre a guidare sopra i problemi della Panigale V4R, e Toprak Razgatlioglu, da rivelazione e realtà del campionato delle maxi derivate di serie.  Rea ha avuto le Ducati con la livrea celebrativa della 916 in scia per quattro giri, poi Bautista ha gettato al vento un podio sicuro sulla ghiaia. Quarto zero in otto gare. E un mondiale che prende la direzione di Bellymena quando fino alla vigilia di Imola sembrava ampiamente chiuso. Quarto Tom Sykes davanti ad Alex Lowes. Marco Melandri chiude nono davanti a Michael Ruben Rinaldi. Buon tredicesimo posto per Alessandro Delbianco. 

"Considerando che è stata la mia prima gara qui e che fino a questa mattina avevamo diversi problemi, questo è un buon risultato - esordisce Rinaldi -. Ancora una volta il team ha fatto un grande sforzo dandomi in gara una moto che mi ha permesso di guidare con scioltezza: il duro lavoro fatto ha sicuramente dato i suoi frutti. Qualcosa è mancato nella prima parte, ma penso sia normale visto che era tutto nuovo per me. In ogni turno siamo stati più veloci del precedente quindi penso che possiamo migliorare anche nel passo per le due gare di domenica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Roberto Casadei, un cantore della Romagna

  • Stroncato da un malore durante la pedalata, ciclista perde la vita in strada

  • Metromare, i primi due giorni corse gratis per tutti

  • L'acqua alta invade spiagge, il porto e l'area del Ponte di Tiberio

  • Picchiata dal marito costretta a un escamotage per chiedere aiuto ai carabinieri

  • Guida senza patente e fornisce le generalità della gemella sperando di farla franca

Torna su
RiminiToday è in caricamento