Superbike, test tutt'altro che semplici a Phillip Island per Rinaldi e Delbianco

ontinua l'apprendistato di Michael Ruben Rinaldi e Alessandro Delbianco rispettivamente con la Ducati Panigale V4 del team Barni e la Honda del team Althea

Piloti riminesi in difficoltà nella due giorni di test Superbike a Phillip Island, che precedono il via questo fine settimana del campionato. Continua l'apprendistato di Michael Ruben Rinaldi e Alessandro Delbianco rispettivamente con la Ducati Panigale V4 del team Barni e la Honda del team Althea. A rallentare Rinaldi anche un problema meccanico nella seconda mattinata di collaudi. "Davanti a noi c’è una lunga stagione - scrive su Facebook l'ex campione dell'Europeo Stock 1000 -. Le difficoltà non ci spaventano, sappiamo che dovremo dare il 100% in ogni momento".

Delbianco ha dovuto fare i conti con una scivolata alla curva 2: anche se nella caduta Alessandro non ha riportato nessuna grave conseguenza fisica, a scopo precauzionale il team ha deciso di interrompere definitivamente le prove, in modo da permettere al giovane pilota italiano di riposarsi e di presentarsi in perfetta forma al primo round del campionato, che avrà inizio in questo weekend. "Sono soddisfatto del lavoro svolto, anche se ho concluso i test un po’ prima degli altri - afferma il numero 52 -. Mi sono trovato molto meglio rispetto agli ultimi test svolti a Portimao e a Jerez. Questa è una pista che richiede molto coraggio e sulla quale mi trovo a mio agio, anche perché queste curve così larghe mi aiutano. E’ un peccato che io non abbia avuto più tempo per poter familiarizzare con il tracciato. Rispetto agli ultimi test, mi sono avvicinato ai miei avversari e so di avere ancora molto margine di miglioramento, per cui mi sento ottimista per il weekend di gara". La due giorni di collaudi ha visto un Alvaro Bautista in grande spolvero.

Lo spagnolo della Ducati del team Aruba Racing è stato il più rapido nella due giorni di test sul tracciato di Phillip Island, fermando il cronometro sul tempo di 1'30"303. La rossa dell'ex MotoGp è stata imprendibile durante entrambe le giornate, ma ha sorpreso anche il ritmo sulla distanza. Cresce forte anche la Bmw, con Tom Sykes secondo a 236 millesimi davanti alle Kawasaki di Leon Haslam e Jonathan Rea. Marco Melandri (GRT Yamaha WorldSBK) ha concluso la giornata col quinto crono e pare sia riuscito a trovare la configurazione ottimale. Ancora in salita il feeling di Chaz Davies con la Panigale V4. La 32esima edizione del Campionato Mondiale prende il via questo venerdì. Quest’anno il format del weekend di gara subisce alcuni cambiamenti, prima di tutto l’introduzione della Superpole race sulla distanza di 10 giri, che inizia sempre la domenica a mezzogiorno e che sostituisce i due turni della Superpole 1 e Superpole 2. Il risultato della Superpole race determinerà la griglia di partenza di gara 2 e assegnerà dei punti validi per la classifica di campionato. Inoltre è cambiato il numero delle sessioni di prove libere che saranno due al venerdì e una al sabato mattina. Rimangono invece invariate le gare del sabato e della domenica ma saranno in Europa alle ore 14:00.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresa al ristorante: arrivano gli ospiti di 'Ballando con le Stelle'

  • Spaccata nella boutique, razzia di costosi capi di abbigliamento e borse griffate

  • Insieme nella vita e nel lavoro, marito e moglie riaprono il supermercato in via della Fiera

  • Fratelli separati alla nascita, la sorella scomparsa riappare a Cattolica dopo 50 anni

  • Un locale del Borgo San Giuliano premiato tra i migliori 50 ristoranti low cost d'Italia

  • Investe una donna con i suoi tre cani sulle strisce pedonali e scappa: è caccia al pirata

Torna su
RiminiToday è in caricamento