salute

  • Rimini cardioprotetta: due defibrillatori per il Teatro degli Atti e la Biblioteca Gambalunga

  • All'Infermi l'innovativo "Mammografo 3 D" grazie all'associazione Rimini Solidale Onlus

  • L’importanza di diagnosi e trattamento precoci nelle malattie reumatiche

  • Giornata mondiale contro l'Aids, sabato l’Hiv Test Day: analisi gratuite

  • Diabete nel riminese, mille nuovi casi ogni anno: ne soffrono in 18mila

  • Giornata Mondale del Diabete, screening gratuito al Poliambulatorio Valturio

    Ausa |
  • Sabato un open day speciale nel reparto di Pediatria dell'Infermi di Rimini

  • Dal virus dell'ebola ai batteri nei cibi: se ne parla a Rimini al Congresso nazionale dell’Amci

  • Passi avanti nel progetto di realizzazione della Casa della Salute di Santarcangelo

  • "La vita nelle tue mani": concluso il corso per l’utilizzo dei defibrillatori

  • Riccione, donati nuovi monitor multiparametrici all’ospedale “Ceccarini”

  • Da Rimini all'Australia per dire "no alla sofferenza inutile": sabato la giornata contro il dolore cronico

  • Con l'autunno riapre lo sportello funghi: tutti gli orari per Rimini, Riccione e Novafeltria

  • Il centro medico di San Patrignano accreditato nel sistema sanitario regionale

  • Il Centro medico di San Patrignano nel sistema sanitario dell’Emilia-Romagna

  • A Misano il focus sulla dislessia: ne soffre il 3-5% degli studenti

  • Spiagge cardioprotette: a Rimini 25 nuovi defibrillatori pronti a salvare la vita

  • Spiaggia a prova di cuore a Misano: un defibrillatore ogni 200 metri

  • Cannabis terapeutica, "Benvenuta Emilia-Romagna. Ma servono tempi certi"

  • Via libera in Emilia Romagna all'uso dei farmaci a base di cannabinoidi

  • Santarcangelo aderisce alla “Carta dei diritti delle persone con Sclerosi Multipla”

  • La conferenza dei sindaci firma la Carta dei Diritti delle persone con sclerosi multipla

  • Migliorare l'igiene delle mani: l'Infermi di Rimini tra i finalisti di un premio europeo dell'Oms

  • Il Pronto Soccorso è intasato? Per forza, tre casi su quattro sono accessi 'impropri'