Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Mascherine importate illegalmente dalla Cina sequestrate dai Nas

Il materiale, per un valore di circa 200mila euro è stato rinvenuto presso due depositi logistici specializzati nelle forniture sanitarie

 

Blitz dei Nas in due depositi logistici specializzati nella distribuzione di prodotti farmaceutici e sanitarii, nelle province di Bologna e Rimini, dove è stato scoperto un lotto di mascherine importate illegalmente dalla Cina.  Le verifiche svolte dai Carabinieri del NAS di Bologna e dal personale dell’USMAF (Ufficio di Sanità marittima aerea e di frontiera) che fa capo al Ministero della Salute, hanno ispezionato i flussi commerciali di importazione al fine di intercettare articoli e presidi medici introdotti irregolarmente sul territorio nazionale e privi delle caratteristiche di sicurezza. Nelle strutture bolognesi e riminesi sono state trovate 80mila mascherine, per un valore commerciale di circa 200mila euro, non a norma.

In particolare i presidi di protezione di tipo FFP1, FFP2 e KN95  riportavano in etichetta la marcatura CE e le indicazioni relative ma erano stati immessi nel circuito commerciale in assenza di corrette indicazioni al consumatore e delle indicazioni di sicurezza nonchè privi della documentazione attestante le prove tecniche effettuate e la relativa idoneità all’impiego. Tutto il materiale è finito sotto sequestro ed è stata elevata una sanzione da 30mila euro. Il legale rappresentante dell’azienda, inoltre, è stato deferito in stato di libertà alla competente Procura della Repubblica per frode in commercio e violazione della normativa sui dispositivi di protezione individuale (DPI).

Copyright 2020 Citynews

Potrebbe Interessarti

Torna su
RiminiToday è in caricamento