rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Animali

Animali sui mezzi di trasporto: quali sono le regole da rispettare?

Se non si dispone o non si vuole utilizzare l'auto, i mezzi pubblici rappresentano un'ottima opportunità per potersi muovere dentro e fuori città con il proprio cane e condurre a destinazione insieme a noi, il nostro amico a quattro zampe.

Se non si dispone o non si vuole utilizzare l'auto o in qualunque circostanza in cui non è "concesso" spostarsi con essa,  i mezzi pubblici rappresentano un'ottima opportunità per potersi muovere dentro e fuori città con il proprio animale domestico. Inoltre, i mezzi di trasporto possono costituire una "stimolante" avventura per il nostro amico a quattro zampe poichè brulicanti di nuovi odori e nuove attrazioni, divenendo così un'esperienza eccitante per il pet.

Ma quali regole rispettare per permettere a Fido e Micio l'accesso ai mezzi pubblici?

  • far indossare al cane sia il guinzaglio che la museruola. E’ la normativa, infatti, a stabilire l’obbligo della museruola e del guinzaglio per i cani che entrano nei locali pubblici o nei servizi di pubblico trasporto, come bus o tram. Se violi questa regola, la sanzione consiste nel pagamento di una multa il cui importo oscilla tra i 258,23€ e 1.291,14€. L’unica eccezione viene stabilita per i cani da guida che aiutano nella mobilità i ciechi e, quindi, possono circolare anche senza museruola
  • usare un guinzaglio non più lungo di 1,5 metri
  • usare un trasportino per i cani di piccola taglia
  • pagare il biglietto per il trasporto del cane, quando richiesto, il cui costo è inferiore a quello ordinario e dipende sempre dalle decisioni dell’azienda che cura quel pubblico servizio. L’unica eccezione, anche in questo caso, è il cane guida, il quale può salire sui mezzi pubblici senza dover pagare alcunchè


Autobus
I padroni possono portare il cane sull’autobus se hanno cura di:

  • condurre l’animale con guinzaglio e museruola, per rispettare gli obblighi di legge
  • portare il cane in braccio, se di piccola taglia
  • tenere l’animale sul mezzo senza ingombrare il passaggio ed evitando di sporcare. La regola è sempre quella del "chi rompe, paga" e se il tuo cane fa la pipì sul bus, sarai tu a dover pulire o a pagare all’azienda le spese per la pulizia delle parti sporcate
  • non portare più di due cani per volta, per evitare di subire il rifiuto all’ingresso per motivi di sovraffollamento del mezzo o per politica dell’azienda
  • avere sempre paletta e buste, per le deiezioni dell’animale


Tram, metro o treni urbani
Anche sugli altri mezzi urbani diversi dall’autobus, come treni, metropolitane e tram, le condizioni di trasporto degli animali sono stabilite dalle società che ne curano il servizio. Quindi, può capitarti di salire col cane senza particolari problemi sul tram ma non sulla metropolitana, con regole differenti anche da città in città.

Tuttavia, la maggior parte delle aziende di trasporti consente ai cani e ai gatti di viaggiare purché siano rispettate dal padrone le regole minime stabilite dalla legge (come l’uso del guinzaglio e della museruola). In altri casi, possono essere stabilite ulteriori limitazioni al trasporto dell’animale, come accade a Roma dove è possibile condurre i cani su tram e metro se:

  • non trasporti più di due cani per ogni vettura
  • porti i cani di taglia media negli orari meno affollati e, quindi, evitando i trasporti dalle 7 alle 9 del mattino e dalle 17 alle 20 del pomeriggio. L’unica eccezione alla regola, anche in questo caso, è per i cani guida
  • tieni il gatto nell’apposito trasportino, preferibilmente coperto per evitare inutili spaventi all’animale o agli altri trasportati
  •  trasporti i cani da caccia il mattino fino alle 8 o la sera dopo le 20
  •  porti il cane di taglia piccola in braccio

Inoltre, è comune incontrare questi stessi tipi di limitazione anche quando vuoi usufruire del trasporto dell’animale su treni urbani. In ogni caso, non dimenticare che per essere sicuro delle regole che sono applicate dall’azienda, devi sempre far riferimento alle condizioni generali di trasporto consultabili di norma sui siti on line delle società.

Aereo
Molte compagnie aeree al giorno d'oggi permettono il trasporto degli animali in aereo, dietro pagamento del ticket, soprattutto quando il loro peso non supera gli 8-10 kg e sono condotti negli appositi trasportini. In altri casi, è anche ammesso il trasporto di animali di taglia medio-grande ma solo in stiva e nello spazio loro dedicato.

Per sapere se la tua compagnia ti permette di portare il cane, non dimenticare di leggere attentamente, prima dell’acquisto del biglietto, le condizioni generali di trasporto consultabili on line sui siti delle compagnie aeree.

Taxi
Le regole per il trasporto del cane in taxi sono stabilite in genere dalle aziende che ne curano il servizio. Quindi, può capitarti di salire con il cane sul mezzo soltanto perché di taglia piccola e, quindi, puoi tenerlo in braccio. Non è scontato che, in caso di necessità, un altro taxi ti impedisca di salire sull’auto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Animali sui mezzi di trasporto: quali sono le regole da rispettare?

RiminiToday è in caricamento