rotate-mobile
Animali

Chinchilla: le caratteristiche di un gatto dolcissimo e dal portamento elegante

Il gatto Chinchilla, strettamente imparentato col Persiano, è una delle razze più dolci e affettuose: scopriamo tutte le sue principali caratteristiche

Il volto dolce e il temperamento affettuoso sono le caratteristiche principali del Chinchilla, una variazione del gatto Persiano, che si differenzia per alcune caratteristiche fisiche. Scopriamo le caratteristiche e le sue origini.

Le origini dovute alla colorazione del manto

Il Chinchilla ha origini inglesi perché le selezioni finalizzate ad avere un gatto dal manto bianco argento sono iniziate durante il periodo vittoriano. Nel corso degli anni, gli allevatori hanno proseguito nella loro ricerca, fino a quando nel 1894 al Crystal Palace, quartiere a su di Londra, fu presentato per la prima volta Silver Lambkin. Si trattava appunto del primo Chinchillà della storia.

Gatto persiano: carattere e curiosità di un felino regale e affettuoso

Il pelo bianco e gli occhi verdi contraddistinguono il Chinchillà

Il manto del Chinchillà ha un sottopelo bianco, mentre le punte sono color argento. Il pelo, che contraddistingue proprio questa razza, ha bisogno di essere tolettato quotidianamente per evitare che si formino nodi e macchie.

Gli occhi grandi e rotondi, invece, sono di un verde brillante e la testa è più rotonda e affusolata rispetto ai gatti Persiani. Per quanto riguarda il corpo invece ha una silhouette più fine, mentre le zampe sono più corte e robuste.

Un gatto dolce e affettuoso

Il gatto Chinchilla, come il resto dei gatti Persiani da cui deriva, ha un carattere calmo e rilassato, ma rispetto a questi ultimi è più estroverso. Infatti non rinuncia a momenti di gioco, in particolare con la persona che è il suo punto di riferimento, con la quale si dimostra molto affettuoso. In generale non è un gatto aggressivo, anche quando si trova in situazioni di stress, per questo va d’accordo anche con i bambini. Inoltre, è piuttosto discreto, miagola poco ed è in grado di farsi capire con lo sguardo.

I problemi di salute del Chinchilla

Il Chinchilla è un derivato del Persiano, per questo ha ereditato da quest’ultimo alcune problematiche, a cui vanno aggiunti quelli derivati dalla selezione. In particolare a causa della forma della testa più piccola e del muso appiattito può avere dei problemi dentali. Lo stesso vale le narici troppo strette che potrebbero causare problemi all’apparato respiratorio. Il muso piatto, poi potrebbe portare anche a malattie degli occhi e a una lacrimazione eccessiva con conseguenti sfoghi cutanei.

Inoltre, come i Persiani anche il Chinchilla potrebbe soffrire di PKD, la patologia conosciuta come “malattia renale politeistica” che porta alla formazione di cisti nel rene.

Articolo originale su today.it.

Gatto sacro di Birmania: origine, caratteristiche fisiche e come prendersene cura

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chinchilla: le caratteristiche di un gatto dolcissimo e dal portamento elegante

RiminiToday è in caricamento