rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Animali

Le piante di Natale pericolose per cani e gatti

L'intossicazione da piante non accade soltanto in primavera. Belli, accoglienti e colorati, alcuni fiori e piante di Natale posso rivelarsi tossici per cani e gatti.

L'attesa delle festività Natalizie porta con sè il desiderio di creare all'interno dell'ambiente domenstico quell'atmosfera ovattata e fiabesca per ricevere amici e parenti con i quali trascorreremo giorni in armonia e serenità. Gli ambienti domestici sono così colmi di scintillanti luminarie, addobbi, vetrofanie, palline, candele, oggettistica varia, stampe dalle tonalità oro, argento e rosso, impreziosiscono le nostre case, all’insegna della tradizione, rendendole calde ed accoglienti.

Per molti, queste feste sono il momento più atteso dell’anno, in cui finalmente poter trasformare lo spazio domentisco in un universo fantastico sentendosi così partecipi e protagonisti della festa dell’anno: il Natale. Tuttavia, ognuno di noi prima di lasciarsi travolgere dalla frenesia di "vestire a festa" la casa, dovrebbe tenere a mente alcuni accorgimenti nei confronti di alcune tipologie di piante, se si possiede un cane o un gatto,

Le piante di Natale che decorano le nostre case non lasciano nessuno indifferente. Nemmeno i nostri amici a quattro zampe. Se ingerite, possono risultare fortemente nocive.

Scopriamo insieme quali sono le piante di Natale dannose per salute dei nostri animali domestici e quali sono gli effetti che provocano su cani e gatti.


1. Stella di Natale
Con le sue foglie dal colore rosso acceso (e a volte bianco), la stella di Natale risalterebbe sicuramente tra le tue decorazioni natalizie. Ma l’aria di festa rischia di svanire in un attimo se il tuo animale domestico decide di assaggiare questa pianta. Avrai sicuramente già sentito parlare degli effetti nocivi della stella di Natale e, in casi estremi, si pensa che potrebbe essere addirittura mortale per gli animali domestici. Secondo il Pet Poison Helpline, un centro di assistenza tossicologica veterinaria statunitense, la stella di Natale può causare nausea e vomito. Fortunatamente, questi sintomi fanno sì che gli animali smettano di mangiare la pianta, evitando così di ingerirne una quantità che potrebbe essere loro fatale. 

La Stella di Natale può comunque irritare bocca e stomaco di cani e gatti che la mangiano.


2. Agrifoglio
Con le sue caratteristiche bacche rosse e le foglie a punta, l’agrifoglio è la pianta natalizia più conosciuta dopo l’abete. È più velenoso della stella di Natale. Dovresti tenerlo fuori dalla portata del tuo animale domestico: la varietà natalizia e la varietà inglese di questa pianta possono causare seri problemi gastrointestinali, irritare la bocca e la gola del tuo animale e indurlo a scuotere la testa molto velocemente per cercare di espellere la causa del proprio malessere.
L’agrifoglio contiene anche tossine come le saponine, le metilxantine e il cianogeno. Oltre a far venire il mal di pancia al tuo animale domestico, queste tossine possono indurlo a sbavare e a far schioccare le labbra.

Le foglie e le bacche dell'agrifoglio sono molto tossiche per gli animali domestici. Se ingerite, cani e gatti possono soffrire di:

  • disturbi digestivi;
  • vomito;
  • diarrea;
  • importante salivazione.

Le intossicazioni mortali sono rare.


3. Vischio
Il vischio, fortunatamente, viene appeso al soffitto o alle porte, ed è difficile da raggiungere per un animale. Questa pianta contiene un pericoloso cocktail di sostanze tossiche per i cani e i gatti, la tossialbumina e la viscumina. Se ingerisce il vischio, il tuo animale domestico potrebbe presentare problemi respiratori, un abbassamento della pressione sanguigna ed avere allucinazioni che potrebbero causare un comportamento insolito.

Secondo la piattaforma online statunitense PetMD, se il vischio viene mangiato in grandi quantità, può causare attacchi epilettici e anche la morte. Assicurati di appendere il vischio con molta attenzione oppure evita di tenerlo in casa.

Le bacche del vischio possono causare:

  • salivazione eccessiva

  • problemi cardiaci

  • disturbi digestivi (vomito e diarrea)

  • nevrosi

L'intossicazione può essere fatale.
 

4.  Abete

L’abete contiene oli che possono irritare la bocca e lo stomaco del tuo cane o gatto, causando ipersalivazione e vomito. A causa della loro forma, gli aghi possono inoltre causare agitazione, e a volte ostruire o forare l’apparato digerente del tuo animale domestico.

Anche il vaso dell’albero di Natale è altrettanto pericoloso: si tratta infatti di un vero e proprio giacimento di fertilizzanti, batteri e muffe che possono danneggiare seriamente un animale, anche in piccole dosi.


5. Amayllis
L’amaryllis è tanto bello quanto velenoso. Il bulbo può essere più pericoloso dei petali, delle foglie o degli steli, ma queste parti della pianta, che attirano di più l’attenzione, contengono sostanze tossiche come gli alcaloidi licorina e fenantridina. Se queste tossine vengono ingerite dal tuo animale domestico, noterai ipersalivazione, perdita dell’appetito, dolore addominale e vomito.
Le tossine presenti nell’amaryllis possono anche rallentare la respirazione del tuo animale e causare un abbassamento della pressione sanguigna, quindi potresti notare che si muove più lentamente. I tremori sono un altro spaventoso effetto collaterale.


Cosa fare se il nostro amico a quattro zampe ha ingerito una pianta velenosa?

Se "cogli in flagrante" il tuo animale, allontanalo immediatamente dalla pianta. Se invece ha avuto il tempo di ingerirlo, non esitare a farlo vomitare dandogli un cucchiaio di sale diluito in mezzo bicchiere d'acqua o usando acqua ossigenata (5 ml direttamente in bocca, ogni quarto d'ora).
Inoltre, fissa un appuntamento con un veterinario senza ulteriori indugi: è importante agire entro 2 ore dall'ingestione, per evitare problemi.
In caso di dubbio, puoi anche contattare un centro antiveleni. Quest'ultimo sarà in grado di guidarti e dirti quali sono i rischi a cui va incontro il tuo amico a quattro zampe.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le piante di Natale pericolose per cani e gatti

RiminiToday è in caricamento