Martedì, 26 Ottobre 2021
Animali

I rimedi più efficaci contro le cimici asiatiche

Presenti da pochi anni sul nostro territorio, le cimici asiatiche sono innocue per noi, ma non per il nostro orto: vediamo i rimedi naturali per allontanarle

Prima o poi capita a tutti di avere a che fare con le cimici: quelle più comuni sono di colore verde e sono famose per il loro inconfondibile e sgradevole odore. Da qualche tempo a questa parte, però, si sono diffuse anche le cimici asiatiche, ugualmente innocue ma dannose per piante e ortaggi. I primi freddi dell’autunno sono il pretesto per questi insetti per tornare nei balconi delle nostre case, quindi bisogna mantenere alta l’attenzione, soprattutto se si ha un giardino con alberi da frutto oppure un orto. Prima di capire i rimedi per difendere casa e le nostre piante, dobbiamo capire come riconoscere la cimice asiatica e perché si è così diffusa nel nostro paese.

La cimice asiatica in Europa

La cimice marmorata, è originaria dell’Asia orientale, precisamente della Cina, del Giappone e di Taiwan, e deve il suo nome al luogo d’origine. Il suo arrivo in Italia è stato quasi casuale: inizialmente, ha raggiunto il Nord America, negli anni Novanta, dopo essere finita in maniera accidentale in un container commerciale. Sempre a causa del commercio internazionale, è giunta nel nostro paese: nel 2012 è apparsa per la prima volta per poi diffondersi a macchia d’olio.

In quasi dieci anni è stata capace di provocare danni molto seri all’agricoltura. A differenza di quanto avviene in Asia, in cui la diffusione della cimice viene tenuta sotto controllo da altri insetti tipici di questo continente, nell’ecosistema italiano non sono presenti specie in grado di tenerla a freno. Tra l’altro, la cimice asiatica sopravvive molto più a lungo rispetto a quella verde, di solito tra i 12 e i 18 mesi. Ogni femmina, poi, deposita fino a 500 uova, un altro dettaglio che fa capire quanto sia difficile controllare la specie.

Come riconoscere la cimice asiatica

cimice-3

Ma come è fatta esattamente una cimice asiatica? Si riconosce soprattutto dalla forma a pentagono, mentre il colore tipico tende al marrone, con striature che ricordano il marmo, una caratteristica che permette all’insetto di mimetizzarsi alla perfezione tra le piante. Rispetto alla cimice verde, inoltre, le zampe hanno dimensioni maggiori.

Perché è dannosa per orti e giardini

La cimice asiatica ama nutrirsi di piante e specie vegetali: se in Cina ha preso di mira le coltivazioni di soia, dalle nostri parti è molto pericolosa per diversi alberi da frutto, come ad esempio meli, peri, ulivi, viti, noci e albicocchi. Ma non solo, anche peperoni e pomodori sono a forte rischio. Le cimici si nutrono infatti, pungendo i frutti che vengono quindi danneggiati. Come è possibile dunque cercare di difendersi dall’insetto asiatico?

Rimedi naturali

In agricoltura non è mai consigliato affidarsi esclusivamente a sostanze chimiche e lo stesso discorso vale per la cimice asiatica. Esistono diversi rimedi naturali per ottenere buoni risultati:

  • Sapone di Marsiglia e potassico: una soluzione di acqua e sapone di Marsiglia o potassico può essere di grande aiuto. In effetti, quando la cimice respira questi prodotti, i suoi pori vengono ostruiti e l’insetto viene in questo modo eliminato. Per renderla efficace, dobbiamo distribuirela soluzione con cura su tutta la foglia così da aumentare la probabilità che i pori della cimice entrino in contatto con il composto. L’insetto, però, tende a nascondersi molto bene e l’operazione può non essere semplice
  • Insetti antagonisti: un altro rimedio potrebbe essere quello di trovare in natura degli insetti antagonisti che si nutrono proprio della cimice asiatica. In realtà non è una soluzione semplice perché, come già detto prima, la specie non fa parte del nostro ecosistema e ancora non si sono trovati specie in grado di contrastarla
  • Reti anti-insetto: molti agricoltori utilizzano con successo le reti anti-insetto per proteggere i loro alberi da frutto dalla cimice asiatica. Grazie a questa “barriera”, possiamo limitare le punture degli insetti e i danni alle piante.
  • Olio di Neem: questo olio viene usato spesso in ambito medico e cosmetico, ma può tornare utile anche per l’orto. Il suo odore, infatti, è molto intenso e infastidisce le cimici asiatiche. Dopo averlo diluito in acqua, basta spruzzarlo sugli ortaggi.

Come eliminare le cimici: tutti i rimedi naturali 

I rimedi naturali per la casa

Mentre in estate l’habitat preferito delle cimici è negli orti e nei giardini, in autunno cercano un luogo caldo in cui affrontare la stagione più fredda. Per evitare che entrino in casa è importante chiudere ogni possibile punto d’accesso vicino alle pareti o nelle finestre con del silicone o dello stucco. In aggiunta è possibile montare anche delle zanzariere per avere un’ulteriore protezione! Nel caso in cui le cimici asiatiche dovessero riuscire ad entrare in casa, ci sono metodi naturali per eliminarle.

Avere un ambiente pulito

Questi insetti sono attratti da odori particolari come quello della polvere, mentre non amano particolarmente il profumo dei detergenti. Per questo è importante eliminare quotidianamente ogni granello di sporco, anche in quei punti difficili da raggiungere.

Profumare la biancheria con la lavanda

Utilizzata per tenere lontane tarme e insetti, la lavanda è efficace anche contro la cimice asiatica. È sufficiente posizionare dei sacchetti con all’interno questa pianta in punti strategici come porte o finestre e non ci sarà il pericolo di trovare gli insetti in casa.

In alternativa possiamo disinfettare le superfici con il decotto di lavanda. Una volta fatto bollire il fiore, l’acqua può essere raccolta in uno spruzzino e vaporizzata su materassi e divani.

Aglio, un repellente naturale

Uno degli odori particolarmente sgraditi alle cimici è l’aglio! Posizionato sul davanzale o all’interno di sacchetti sulle porte, ci metterà al riparo dalle cimici. Per un risultato più efficace possiamo preparare una soluzione a base di acqua e aglio schiacciato da spruzzare vicino alle finestre o sui davanzali.

Oli essenziali insetticidi naturali

Gli oli essenziali sono da sempre utilizzati per igienizzare e profumare gli ambienti, ma sono anche degli ottimi insetticidi. L’olio di Neem può essere utilizzato non solo all’esterno, ma anche in casa. Con le sue proprietà antisettiche, può allontanare le cimici asiatiche e tutti gli altri insetti, non si deve fare altro che versare qualche goccia su un panno e pulire le superfici interessate.

Lo stesso risultato si ottiene con il bergamotto, il suo aroma persistente è sgradito alle cimici. Diluendo l’olio all’interno dell’acqua, basterà distribuirlo su materassi, divani e sulle superfici della casa per avere un ambiente profumato e a prova di insetto asiatico.

Erba gatta

Chi ha un gatto in casa sicuramente conosce l’erba gatta: questa, oltre ad essere amata dai felini, è un utile repellente contro gli insetti. Non solo fa felice Micio, ma se posizionata su balconi e davanzali oppure vicino alle finestre, tiene lontane le cimici asiatiche.

Acqua e tabacco

Le soluzioni a base di acqua e prodotti naturali sono le più efficaci contro le cimici asiatiche e se vogliamo allontanarle definitivamente, possiamo ricorrere al tabacco. L’infuso ottenuto da queste foglie dovrà essere spruzzato su finestre, balconi e tutti quei posti a rischio.

Menta

La menta ha un aroma forte e intenso che per noi è piacevole, mentre alle cimici è sgradito. Il decotto di menta permetterà alla pianta di sprigionare al meglio il suo profumo: una volta nebulizzato sulle superfici o nei punti in cui vengono avvistate più spesso le cimici asiatiche, avremo la possibilità di tenerle lontano da casa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I rimedi più efficaci contro le cimici asiatiche

RiminiToday è in caricamento