Martedì, 15 Giugno 2021
Attualità

Ambiente, anche l'Acquario di Cattolica in prima fila per salvare la biodiversità

Il parco della Regina prende parte alla liberazione di storioni e anguille nel Delta meridionale del Fiume Po a Ravenna

In occasione della Giornata mondiale della fauna selvatica (World Wildlife Day) 2020, celebrata ogni anno il 3 marzo, la Commissione Europea ha lanciato una Coalizione globale a tutela della biodiversità. La Commissione spinge verso una mobilitazione per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di proteggere la biodiversità, in vista del cruciale incontro della CoP 15 della Convenzione sulla diversità biologica, che si terrà in Cina a fine 2021. Durante la CoP 15, i 196 membri della Convenzione delle Nazioni Unite sulla diversità biologica dovrebbero adottare un nuovo quadro globale per proteggere e ripristinare la biodiversità, tanto necessario, quanto l'accordo di Parigi sull'urgenza climatica. Per veicolare questo importante messaggio, la Commissione europea ha invitato tutti i parchi nazionali, gli acquari, i giardini botanici, i giardini zoologici, i centri di ricerca, i musei della scienza e i musei di storia naturale a unire le forze per fare sentire la propria voce sulla crisi della natura.

Il gruppo Costa Edutainment risponde alla chiamata della Commissione Europea mobilitando i tre Acquari di Genova, Cattolica e Livorno. L‘adesione rientra nell’impegno che da anni il gruppo profonde sul tema, coerentemente con la mission di informazione e sensibilizzazione del pubblico alla conservazione, la gestione e l’uso sostenibile degli ambienti acquatici per promuovere comportamenti positivi e responsabili. I tre Acquari, già fortemente attivi nell’ambito della tutela della biodiversità, attraverso la partecipazione a molti progetti nazionali e internazionali, rafforzeranno l’azione divulgativa su questa tematica urgente attraverso una campagna di sensibilizzazione sui propri canali social, strumento più che mai efficace per raggiungere il largo pubblico in questo periodo di emergenza sanitaria.

L'Acquario di Cattolica

Chestorione! L’evento di liberazione di storioni cobice (Accipenser naccarii) e anguille (Anguilla anguilla) nel Delta meridionale del Fiume Po è un appuntamento di riferimento per le attività di sostegno alla biodiversità. L’Acquario di Cattolica vi prende parte, insieme a Oltremare, l’altro parco faunistico Costa Edutainment in Romagna in collaborazione con il Centro di ricerca universitario di Cesenatico (Corso di laurea in Acquacoltura e Igiene delle Produzioni Ittiche) dell’Università di Bologna, con il Progetto Life Natura Con.flu.po (www.life-conflupo.eu), che vede come capofila la Regione Lombardia e come partner la Regione Emilia Romagna, AIPO, AdbPo, le Province di Piacenza e Rovigo, il Parco Lombardo del Ticino e GRAIA srl. Il progetto è cofinanziato dall’Unione Europea mediante lo strumento Life e prevede azioni mirate a supporto di specie ittiche minacciate, tra cui lo Storione cobice. Altri partner sono le Amministrazioni comunali e provinciali di Cesena, Forlì, Ravenna e Regione Emilia Romagna, i Carabinieri per la Tutela Forestale e l’Associazione Capannisti (i pescatori sportivi che occupano i tradizionali capanni sul Delta del Po e da anni “guardiani” dell’area).

Nel 2020 si sono svolte due liberazioni. Nella prima, il 23 ottobre, si sono liberati 1000 storioni giovanili e subadulti e circa 500 giovanili di anguilla in tre punti diversi della Romagna: due zone nel Delta del Po di Ravenna e il centro urbano di Cesena nel tratto ri-naturalizzato del fiume Savio. La seconda liberazione, per 300 esemplari di storione e 250 anguille, si è svolta il 20 novembre lungo i tratti terminali dei fiumi Bevano e Lamone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ambiente, anche l'Acquario di Cattolica in prima fila per salvare la biodiversità

RiminiToday è in caricamento