Giovedì, 23 Settembre 2021
Attualità

Apre il Part e la città mette in mostra i suoi tesori, dal Trecento alla street art da scoprire in bici

Un lungo fine settimana all'insegna dell'arte e dell'eccellenza enogastronomica con la cucina di Al Meni che debutta in piazza Cavour

Arte contemporanea e antica: Rimini mette in mostra i suoi tesori, per un fine settimana di iniziative che accompagnano l'apertura di Part-Palazzi dell'arte Rimini. Passando dalla Domus del chirurgo, alle passeggiate per le vie della città romana e malatestiana, fino ai murales degli artisti contemporanei e alla Rimini felliniana. L'inaugurazione del nuovo sito museale inizia giovedì mattina quando, dopo l'anteprima per la stampa, il presidente della regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, il sindaco di Rimini Andrea Gnassi e la co-fondatrice della Fondazione San Patrignano Letizia Moratti parteciperanno al taglio del nastro. Il nuovo spazio che unisce la riqualificazione di due edifici storici come i Palazzo dell'Arengo e del Podestà, e la collocazione permanente della raccolta di opere d'arte contemporanea donate alla Fondazione San Patrignano da artisti, collezionisti e galleristi. Sarà anche la prima delle giornate di apertura gratuita al pubblico: giovedì dalle 18 alle 23.30, da venerdì a domenica dalle 9 alle 23.30 (ultimo ingresso) sarà possibile scoprire il nuovo spazio prenotando attraverso il sito di Palazzi Arte Rimini (https://www.ticketlandia.com/m/event/anteprima-part) che direttamente al desk accoglienza presente sul posto, in base alla disponibilità. Per l'occasione, i Musei Comunali hanno organizzato speciali itinerari alla scoperta dei tesori antichi di Rimini con tante proposte che si aggiungono gli itineari proposti da Visit Rimini (www.visitrimini.com), e che iniziano domani con "l'insolito tour", la visita guidata teatralizzata. E ancora, il trecento riminese nella chiesa di Sant'Agostino, il Tempio Malatestiano, fino al tour dedicato alla street art in bicicletta.

Tra gli appuntamenti, "Disseminazioni - murales e sculture monumentali", una visita guidata alla scoperta di interventi artistici contemporanei nel centro storico (sabato alle 16). O "La Rimini dell'immaginario felliniano" (domenica alle 17), percorso di visita che inizia dal "libro dei sogni" esposto al Museo della Citta' per poi pasare lungo le strade della citta' e scoprire i luoghi che più hanno influito sull'immaginario felliniano: le piazze, il Cinema Fulgor, Borgo San Giuliano, il Grand Hotel. Nel weekend è prevista anche "Al meni", la manifestazione dedicata alla gastronomia di qualità che troverà casa, eccenzionalmente, nel centro storico.

Per le visite ai tour (di circa due ore al costo di 5 euro) è richiesta la prenotazione telefonando allo 0541 793851, fino al raggiungimento del numero massimo di 25 partecipanti (15 per la visita alla Domus del Chirurgo). I visitatori sono tenuti a indossare la mascherina per tutta la durata del percorso, a sanificare le mani all'ingresso e a mantenere il distanziamento interpersonale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apre il Part e la città mette in mostra i suoi tesori, dal Trecento alla street art da scoprire in bici

RiminiToday è in caricamento