"Teatri di vicinanza", il sipario si apre sui social e l'arte va in scena

Ogni giorno verranno pubblicati materiali che raccolgano in una comunità teatrale virtuale, il circuito e i suoi teatri, il suo pubblico, i suoi territori,gli artisti

L'arte non si ferma e il sipario per i teatri del circuito regionale Ater si apre di nuovo, anche se il palcoscenico è quello dei social. Ad aderire all'iniziativa "Teatri di vicinanza" ci sono anche il teatro della Regina e il Salone Snaporaz di Cattolica, l'Auditorium di Morciano di Romagna e il teatro Comunale di Russi, per il territorio romagnolo. "Siamo in una situazione in cui si mette in discussione la nostra vita teatrale in maniera inedita - spiega Fondazione Ater - Mentre con il terremoto del 2012 i teatri vennero chiusi per inagibilità e si innalzarono tendoni da circo nelle città terremotate, oggi i teatri sono integri. Ai teatri sono stati sottratti gli uomini e le donne. I bambini e le bambine. Gli attori e le attrici. I tecnici, le maestranze, gli impiegati e le impiegate. Gli inagibili, adesso, siamo noi, costretti a stare chiusi nelle nostre case, a doverci certificare se vogliamo raggiungere il nostro luogo di lavoro, costretti a un tempo diverso, di distanze sociali, ma forse di vicinanza affettiva, di sguardi che vogliono dire ti abbraccio e di silenzi che lasciano scorrere il respiro per verificare, forse, che manchi l’affanno.

In questo tempo di chiusura, non lasceremo che i nostri palcoscenici si riempiano di polvere. Inauguriamo un appuntamento quotidiano sui social dei teatri gestiti da Ater Fondazione per tenere in vita un gesto di cura verso i nostri palcoscenici, quasi come quello del macchinista, che con il suo spazzolone ne pulisce le tavole. Finché non ci saranno spettacoli da promuovere, i teatri del Circuito Ater pubblicheranno ogni giorno un aneddoto, un frammento della propria storia, immagini, suoni e video che li raccontano e chiameranno a raccolta i loro spettatori, gli artisti e gli operatori per costruire un racconto corale. Inoltre, ogni sera verranno dati consigli di visione raccolti e selezionati dall’enorme proliferare di proposte che sta emergendo sul web in questi giorni e da materiale di archivio. Il fine settimana sarà dedicato ai sondaggi on line, per giocare insieme e mettere in palio biglietti da distribuire nei mesi della riapertura".

Ogni giorno, sulla pagina Facebook di Ater Fondazione e sui canali social dei 10 teatri gestiti verranno quindi pubblicati uno o due post che raccontino e raccolgano in una comunità teatrale virtuale, il circuito e i suoi teatri, il suo pubblico, i suoi territori, gli artisti e i lavoratori che li abitano. L’obiettivo è  quello di raccogliere, in un unico documento, il materiale pubblicato per diffonderlo nei teatri riaperti quando sarà possibile rivedersi tutti insieme, di persona, e raccontarsi, come dice la poetessa Mariangela Gualtieri, di questo tempo strano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cimici: 4 rimedi naturali per allontanarle da casa

  • Lo storico negozio annuncia la sua chiusura sui social dopo 54 anni di attività

  • Regolamento di conti per droga sfocia in tentato omicidio: giovane lotta per la vita, due arresti

  • Assalto esplosivo al bancomat, danni al Comune: "Uno scenario da guerra"

  • Fare la spesa, dove si risparmia a Rimini

  • L'hotel non rispetta le norme anticontagio: scatta la chiusura e una maxi multa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento