menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Delfini, tonni e tursiopi tornano a nuotare e mangiare vicino alla costa tra Rimini e Ravenna

Il presidente del Centro ricerche marine: "Calato il disturbo sonoro in mare molte specie ittiche si sono avvicinate per mangiare il nostro abbondante pesce azzurro"

Se i turisti, questa Pasqua, non si sono potuti muovere verso il mare, la costa adriatica ha visto altre 'visite': quelle di delfini e tonni che sono tornati a nuotare nelle acque rese più azzurre, trasparenti e silenziose dalla mancanza di barche e navi. Sui social, infatti, sono comparsi filmati e foto ripresi dai pochi pescatori in servizio nel weekend pasquale a largo della costa romagnola. E si vedono sia i tursiopi, i delfini più comuni in Romagna che si muovono in solitaria, che le stenelle, più piccole e agili, che viaggiano in gruppi di 60-70 individui.

"Calato il disturbo sonoro in mare - spiega Attilio Rinaldi, presidente del Centro Ricerche marine - molte specie ittiche si sono avvicinate alla costa per mangiare il nostro abbondante pesce azzurro". E dunque tonni, delfini, tursiopi e stenelle si sono avvicinati alla costa tra Rimini e Ravenna per mangiare. Che l'Adriatico sia un paradiso di biodiversità è noto, fa notare Apt Servizi in una nota, "oltre 800 specie ittiche affollano questo spicchio di mare, compresi animali mitici come le tartarughe e, appunto, i delfini, stimati in circa 7.000 individui".

Questi cetacei, prosegue poi Rinaldi, stanno mostrando un significativo incremento nei loro contingenti "e il nostro è l'unico mare italiano dove, anziché diminuire, sono cresciuti di numero". Caterina Fortuna, dell'Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale Ispra di stanza all'International Whaling Commission di Cambridge aggiunge: "abbiamo ricevuto dati nuovi da varie parti del mondo, in cui si evidenziano trend positivi", e "di certo si può dire che i tursiopi in Adriatico sembrano stare bene e mostrano trend stabili o in aumento". 

(fonte Agenzia Dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Arco d’Augusto, storia di uno dei simboli di Rimini

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento