Domenica, 20 Giugno 2021
Attualità

Il Museo della Linea dei Goti riapre le porte con un nuovo gestore

l suo interno si trova una delle più ricche collezioni di reperti storici e testimonianze legati al conflitto sulla Linea Gotica

Il Museo della Linea dei Goti di Montegridolfo riapre le porte. L’Associazione Ali di Farfalle è il nuovo gestore del prestigioso centro, nel segno dell’innovazione ma anche della continuità grazie alla preziosa collaborazione dell’Associazione Amici per il Museo che lo ha gestito con passione negli ultimi 3 anni. Il bando di assegnazione della struttura, chiusosi il 6 maggio, ha ottenuto in risposta 4 idee progettuali ed ha visto vincente la proposta nata dalla collaborazione di due associazioni di Montegridolfo.

"Nel fare il mio più sincero augurio di buon lavoro al nuovo gestore (l’APS Ali di Farfalle) nella persona del presidente Marco Arcangeli ringrazio per il lavoro svolto in questi ultimi anni il presidente Manuel Tamburini dell’Ass. Gli Amici per il Museo che si è ritrovato a dover gestire la nostra struttura museale in un periodo di grande difficoltà per l’emergenza sanitaria ancora in atto - afferma il sindaco di Montegridolfo Lorenzo Grilli - Come amministrazione abbiamo grande aspettativa sulle potenzialità che il Museo della Linea dei Goti di Montegridolfo possa riuscire ad esprimere e confidiamo che le progettualità evidenziate da Ali di Farfalle, in occasione del bando di assegnazione, possano portare importanti ricadute sull’interesse dei visitatori".

"Oltre ad essere testimone di fatti storici, il Museo ha il dovere di trasmettere i valori universali della libertà, della democrazia, dell'uguaglianza e soprattutto, della pace -afferma Marco Musmeci, Vicesindaco e Assessore alla Cultura, Turismo e Comunicazione - Purtroppo, gli entusiasmi iniziali delle passate gestioni
hanno subito un inesorabile ed immotivato appannamento. Con la nuova gestione affidata ai validi
professionisti si è certi che questa china possa essere invertita affinché, il Museo della Linea dei Goti torni a ricoprire un ruolo importate tra le istituzioni culturali testimoni della memoria".

"Sono molto soddisfatto. Un bellissimo risultato per tutto il territorio e che sancisce l’importanza dell’attivazione e della partecipazione nei piccoli comuni ma con grandi prospettive” dichiara Marco Arcangeli, Presidente di Ali di Farfalle. Con la sua struttura principale che ricorda quella di un bunker, Il Museo sorge ai piedi del Castello di Montegridolfo. Infatti dove oggi si trova il museo, durante il secondo conflitto mondiale vi era una postazione di avvistamento tedesca da cui si poteva controllare tutto il territorio compreso tra la valle del fiume Foglia e il Riminese. Costruito nel 1990, il corpo principale è stato inaugurato nel 2002 mentre il recente ampliamento è aperto al pubblico da agosto 2017. Al suo interno si trova una delle più ricche collezioni di reperti storici, testimonianze e approfondimenti legati al conflitto sulla Linea Gotica, che attraversava Montegridolfo durante la Seconda Guerra Mondiale. Il Museo è adatto a tutte le età e offre spunti di riflessione sulla nostra recente storia.

L’aperturà avverrà sabato e mercoledì 2 giugno. Sono previste attività speciali per la Festa della Repubblica che verranno illustrate in dettaglio nei canali social del Museo della Linea dei Goti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Museo della Linea dei Goti riapre le porte con un nuovo gestore

RiminiToday è in caricamento