Attualità

Primo Miglio, l'incubatore riminese di startup festeggia quattro anni

In questi anni sono nate 16 nuove imprese ed è stato aperto anche uno sportello in Valmarecchia

Primo Miglio, l’incubatore di startup riminese che si occupa di sviluppare nuove economie che migliorino la qualità della vita, festeggia i suoi primi 4 anni di attività e le 16 aziende a cui ha dato vita evidenziando le principali variazioni nell’orientamento del mondo economico e sociale del territorio. Questi mesi difficili sia per l’economia che per le nostre comunità, dichiara Lisa Rambaldi coordinatrice del progetto, hanno orientato i neoimprenditori ancora di più che in passato a considerare l’economia come tramite per offrire risposte a bisogni e aspirazioni di miglioramento delle condizioni sociali e umane. Questo si declina in una migliore qualità della vita, la tutela e promozione della bellezza dei territori, costruire opportunità di sviluppo in contesti più vivibili e salutari, nel risolvere problemi reali usando inventiva e creatività, intessendo relazioni in primo luogo sociali da cui partire per sviluppare il proprio business.

Un interesse confermato dall’intensa attività di orientamento gratuita e dall’avvio di diversi percorsi personalizzati di incubazione e accelerazione con oltre 220 proponenti idee d'impresa che sono stati supportati grazie alla rete di 23 enti pubblici e privati di Primo Miglio tra cui aziende, associazioni di categoria, istituti di credito e istituzioni territoriali insieme ai 60 professionisti e consulenti volontari del territorio. Questi trend sono testimoniati dall’enorme risposta, ottenuta in piena pandemia, all’Open Call Alternative dedicata all’innovazione frugale: l’anno scorso oltre 30 storie di soluzioni creative e ben 46 idee frugali di impresa si sono candidate per partecipare al percorso di incubazione offerto da Primo Miglio. Primo Miglio ha intercettato anche il grande interesse rivolto allo sviluppo, anche imprenditoriale, delle aree interne di tutto il Paese attraverso il coinvolgimento delle comunità che vi abitano. Per questo da gennaio 2021 è stato aperto un sportello in Valmarecchia, grazie alla sinergia con la Fondazione Valmarecchia, per favorire la nascita e lo sviluppo di idee imprenditoriali che vogliono fare dell'entroterra un luogo di vita e di investimento professionale e che intendono valorizzare le sue ricchezze e peculiarità.

Il lavoro già compiuto con la cooperativa di comunità Fer-Menti Leontine e quello in cantiere con la cooperativa di comunità Incanti Delcesi dimostrano quanto sia fondamentale sviluppare competenze imprenditoriali anche nei progetti d’impresa ad impatto sociale e comunitario, perché possano avere gambe solide e produrre sviluppo territoriale concreto. Per questo motivo Primo Miglio ha deciso di mettere a servizio la propria esperienza di abilitazione delle competenze imprenditoriali e di sviluppo di impresa nei percorsi di accompagnamento di Appenninol'Hub, la nuova rete territoriale coordinata da Figli del Mondo Aps, incontrando così i bisogni di attivazione e coinvolgimento delle comunità delle aree interne. Infine, Primo Miglio ha elaborato un nuovo programma di incubazione dedicato interamente alle imprese abitanti: il percorso, composto da incontri formativi e workshop, sessioni di revisione e mentoring con esperti e consulenti, supporterà gli imprenditori che vogliono contrastare lo spopolamento, creare occupazione e generare resilienza nelle aree interne, attivando e coinvolgendo la comunità di riferimento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo Miglio, l'incubatore riminese di startup festeggia quattro anni

RiminiToday è in caricamento