Giovedì, 24 Giugno 2021
Attualità

"I pulcini di Fratino massacrati dai cani che scorrazzano in spiaggia"

La denuncia arriva dall'associazione in difesa degli uccelli che hanno eletto la battigia tra Rimini e Riccione a loro luogo di riproduzione

La denuncia arriva dall'associazione "Salviamo il Fratino", l'uccello che vive principalmente in ambienti umidi caratterizzati dall’acqua bassa e si nutrono di insetti e altri animali che trovano nel limo, e che ha scelto come sua area di riproduzione il tratto di spiaggia tra Rimini e Riccione. Una spece protetta che ha visto, anche negli anni passati, decine di volontari impegnati per difendere i suoi nidi e i comuni interessati emettere ordinanze per la sua salvaguardia. Nonostante questo, però, l'allarme arriva a causa dei proprietari dei cani che lasciano scorrazzare i loro quattrozampe sulla battigia dove sono presenti sia i nidi che i pulcini di Fratino con questi ultimi che appaiono bocconi prelibati per gli animali o semplicemente "giochi" che però portano alla morte degli uccellini appena nati. "Su 10 Fratini nati sulla battigia tra Rimini e Riccione - spiegano dall'associazione - 9 vengono massacrati dai cani e a nulla serve lo sforzo congiunto dei volontari di AsOER, Enpa, FareAmbiente, Legambiente, Wwf, Kronos, Fondazione Cetacea, l'aiuto del Corpo Carabinieri Forestali, Guardie Giurate Venatorie a fermare la strage. Nei vari giri di sorveglianza dei nidi, per fare la conta dei pulcini azzannati, ci dobbiamo scontrare con le minacce che arrivano da alcuni proprietari dei cani che giorno e notte portano i quattrozampe in spiaggia. Le amministrazioni comunali non ci sono e a mancare è anche l'informazione, l'educazione e il buon senso. Il Fratino è a rischio estinzione e questa è una vera e propria emergenza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"I pulcini di Fratino massacrati dai cani che scorrazzano in spiaggia"

RiminiToday è in caricamento