A Oltremare una vendemmia con centinaia di famiglie per la festa dell'uva

Dopo la pigiatura, i bimbi hanno poi creato, con disegni e fantasia, l’etichetta delle future bottiglie del vino

Tutti alla scoperta dei prodotti della nostra terra, di quello che può nascere dall’albero della vite e dell’antico ‘rituale’ della vendemmia. Il parco Oltremare a Riccione ha deciso di replicare l’experience della Festa dell’uva, un modo diverso di vivere il tempo libero: centinaia di famiglie provenienti da tutta Italia sono entrate in contatto con la natura. 

L’evento è stato realizzato in collaborazione con l’azienda agraria Guerrieri di Terre Roveresche - Piagge (Pu), formata da agricoltori che rispettano i principi che da secoli regolano il loro lavoro: ecosostenibilità e valorizzazione del territorio. Tra contadini e fattori, l’azienda Guerrieri ha messo in campo oltre 400 kg d’uva bianca (denominata Bianchello) ed è stato riproposto il momento della vendemmia: i bimbi sono stati i veri protagonisti, ma anche mamme e papà, nonni e zii, nell’antico rito della pigiatura dell’uva con i piedi. Armati di catini e grappoli di uva bianca, il pubblico è stato coinvolto in una rievocazione unica, con un obiettivo ancora più esclusivo: realizzare un nuovo vino di Oltremare.  

I piccoli ospiti prima hanno prodotto il succo, pestando circa 2 kg d’uva ciascuno. Poi tutti i catini sono stati svuotati nel grande torchio al centro della piazza di Oltremare, dove gli esperti hanno svolto una seconda e più potente pigiatura. Il mosto è stato così versato in una maxi damigiana, che è stata poi trasferita nell’azienda agraria Guerrieri, dove proseguiranno le fasi di fermentazione dell’uva e di produzione del vino. Dopo la pigiatura, i bimbi hanno poi creato, con disegni e fantasia, l’etichetta delle future bottiglie del vino. A tutti i bimbi è stato consegnato anche un attestato ufficiale, con tanto di firma di Luca Guerrieri, il titolare dell’azienda agraria marchigiana. La damigiana di Oltremare si trova ora nell’azienda di Terre Roveresche, dove si aspetterà che il vino bianco venga prodotto a marzo 2020. Tutti i partecipanti della Festa dell’uva, ma anche tanti altri curiosi e appassionati, possono ora fare visita all’azienda Guerrieri anche per votare la migliore etichetta che diventerà quella ufficiale per l’edizione 2019. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amici o fidanzati non conviventi in auto: quali sono le regole da seguire?

  • Trucca lo scontrino per pagare meno la spesa, denunciato per truffa

  • Sacerdote riminese allontanato dalla diocesi, su di lui indagine per droga e pedopornografia

  • Grave incidente nella notte, un ferito ricoverato in Rianimazione

  • Nuovi casi di Covid-19 tutti asintomatici, decisa regressione dell'epidemia

  • Coronavirus, il bollettino: l'attività di screening scopre due positivi asintomatici

Torna su
RiminiToday è in caricamento