menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Ricostruire il mondo" con la didattica museale: centinaia di bambini coinvolti

Il progetto dei Musei comunali prosegue fino alla fine di maggio. La vice sindaca Fussi: "Proposta fondamentale durante la pandemia"

Si chiama “Ricostruire il mondo” il programma di didattica museale ideato dalla fondazione Focus, gestore dei musei per il Comune di Santarcangelo, che sintetizza anche l’obiettivo di questa attività: offrire ai bambini una nuova prospettiva sul mondo e nuovi strumenti per interpretarlo, sperimentarlo e averne cura. Il progetto è stato ideato in stretto collegamento con “L’Arca di Santarcangelo” ed è partito proprio in concomitanza con la preparazione del murale di Agostino Iacurci alla scuola Pascucci. Il ciclo di laboratori tematici – realizzato dalle educatrici Claudia Gallo, Erica Angelini e dalla Compagnia Le Pu-pazze – è stato messo a disposizione delle scuole tramite dirette online e video pubblicati sul canale YouTube della Fondazione Culture Santarcangelo.

Oltre venti classi hanno partecipato alla visione dei laboratori registrati, coinvolgendo così più di 400 bambini; altrettante classi hanno invece richiesto il laboratorio in diretta online. Numeri che sommati ai fruitori dei video pubblicati dalla fondazione su YouTube raggiungono quasi un migliaio di partecipazioni singole. Fino alla fine di maggio è ancora possibile richiedere di partecipare all’iniziativa per tutte le classi delle scuole elementari e medie, contattando la fondazione Focus al numero 0541/624703, dal lunedì e al venerdì dalle 8,30 alle 12,30. Il percorso didattico riserva particolare attenzione all’arte e alla natura, tematiche della tradizione didattica di Santarcangelo – basti pensare a Flavio Nicolini o al maestro Federico Moroni – sulle quali ha lavorato anche lo street artist Agostino Iacurci per realizzare il grande murale “Disegno d’esame” sulla facciata del cortile della scuola Pascucci, recentemente inaugurato.

“La didattica è una parte fondamentale nell’attività dei nostri musei, che si avvalgono della collaborazione di educatori ed educatrici per lo sviluppo di laboratori pensati per favorire la conoscenza del territorio, della storia e della cultura locale”, afferma la vice sindaca e assessora alla Cultura, Pamela Fussi. “Per questo non abbiamo voluto rinunciare all’offerta della didattica museale, soprattutto in un momento in cui arricchire il panorama dell’offerta a disposizione delle scuole ci sembrava fondamentale alla luce delle tante rinunce imposte a bambini e ragazzi dall’emergenza sanitaria”.

Nelle attività di didattica museale l’approccio alla natura e la scoperta di quello che l’ambiente offre diventano poesia ed emozione per i bambini, per la loro espressività e creatività, che si manifestano anche attraverso colori, punti, linee o caos artistici. Il territorio, invece, è scoperto anche grazie al ritorno alle nostre radici e tradizioni, che indagano la relazione tra gli esseri viventi e il mondo al quale appartengono. I video registrati sono liberamente visibili per tutte le famiglie sul canale YouTube dalla fondazione Focus, mentre maggiori informazioni sono disponibili sul sito https://focusantarcangelo.it/news/didattica-museale/ .

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento