Applausi, bis e standing ovation al Galli per il concerto di Ezio Bosso

L'omaggio a Fellini: "Ha regalato al mondo un sogno e ha cambiato l'estetica. L'Italia non era più spaghetti e mandolino ma grande bellezza"

Emozioni, commozione e bellezza. Domenica sera, l'evento che ha dato alla tre giorni di festeggiamenti per il centenario di Fellini ha regalato al pubblico del teatro Galli un sogno. Sul palco il Maestro Ezio Bosso che con raffinata sensibilità ha ricordato il regista e coinvolto gli spettatori tra le pagine più belle della musica classica.

“So che Fellini sfuggiva le celebrazioni. Ecco perché lo festeggio il giorno prima... In questi giorni di prove al Teatro Galli abbiamo avvertito sopra di noi lo sguardo di Federico; abbiamo deciso di omaggiare un Maestro del nostro presente attraverso i Maestri del passato, con Vivaldi, Mozart, Beethoven e anche Bach. Perché alla fine i grandi Maestri non hanno tempo. Fellini ha contribuito a costruire un grande sogno collettivo. Ha creato una nuova estetica. Per tutti l'Italia non era più spaghetti e mandolino, ma grande bellezza”. Applausi senza fine e bis finali per il Maestro Ezio Bosso che ieri sera al Teatro Galli ha entusiasmato il pubblico alla guida della Europe Philharmonic, orchestra che raccoglie elementi da tutto il continente. ll concerto è uno dei tanti appuntamenti di "Fellini 100. Un compleanno lungo un anno”, il ricco programma di eventi dedicati a Federico Fellini e che si svilupperà lungo tutto il 2020. Dopo il Concerto per due trombe RV 537 in do maggiore di Vivaldi, il programma è proseguito con Mozart, Bach fino all’Eroica di Beethoven. Prezioso bis finale, con le Nozze di Figaro di Mozart.

Il lungo compleanno continua lunedì sera con il concerto di Vince Tempera al Galli, alle 21 e poi martedì con Il sapore dei sogni. Una speciale Brigata di cuochi assortita dall’ideatore della serata Fausto Fratti e composta da maestri del cibo del calibro di Corrado Assenza, Luigi Taglienti, Giuseppe Iannotti, Luigi Sartini, Riccardo Agostini, Gianpaolo Raschi, Lorenzo Cagnoli, Silvio Di Donna, darà un sapore ai sogni del grande regista. Una musica magica e ammaliatrice richiamerà gli ospiti del Teatro Galli per portarli in un percorso culinario dove i sogni del grande regista, fra rievocazioni, memoria e citazioni dai classici della cucina italiana, renderanno omaggio ai gusti dell’insigne concittadino, miscelando musica, flash cinematografici, piatti allusivi e preparazioni  ispirate. Si inizia con un aperitivo alle 20 accompagnati dai personaggi del Circo Fellini interpretati da attori della Filodrammatica Lele Marini, per finire con una cena predisposta per 150 ospiti nell’elegante sala Ressi del Teatro Galli, con in sottofondo le musiche di Nino Rota interpretate dal Trio Musicale Ariminum (per informazioni e prenotazioni info@brigatadeldiavolo.com 3291074886).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Attesissimo anche l’appuntamento di mercoledì 22 gennaio, quando al Teatro Galli arriverà Daniel Pennac per una lettura teatrale ispirato al libro appena pubblicato da Feltrinelli Editore, La legge del sognatore, che è un grande omaggio a Federico Fellini. Un libro che diventa spettacolo, grazie ad una produzione firmata Compagnie MIA – Il Funaro, in coproduzione con Intesa Sanpaolo e in un adattamento di Clara Bauer e Daniel Pennac con la regia di Clara Bauer.
La legge del sognatore è ispirato dall’antica passione di Pennac per un maestro del cinema italiano che con il sogno ha dialogato tutta la vita. Un enorme teatro in cui va in scena una meravigliosa rappresentazione della vita. “Il progetto teatrale sulla risurrezione di Fellini è la cosa più reale di tutta questa storia. Dopo averlo sognato, non solo l’ho ideato, ma l’ho raccontato agli attori della nostra troupe, alla nostra banda italiana del Funaro e alla direzione del Piccolo Teatro di Milano”. In scena insieme a Daniel Pennac ci sono Pako Ioffredo, Demi Licata e Gaetano Lucido, mentre le musiche originali sono di Alice Loup. Al termine dello spettacolo l’autore si intratterrà col pubblico nel foyer del Teatro per firmare le copie del libro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • Un locale del Riminese tra i migliori bar d'Italia premiati dal Gambero Rosso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento