Parlare ai bambini attraverso le favole, il "progetto Piadyno" continua sul web

L'ideatore Fabrizio Bove: "Le fiabe sono uno strumento molto importante per comunicare con i bambini e spesso creano un ponte invisibile tra noi adulti e loro"

Il progetto Piadyno dimostra ancora una volta di avere le idee ben chiare. Infatti, è appena iniziata una serie di favole educative sui canali social di Piadyno: Facebook, instagram e youtube. È stata ricreata perfettamente la camera da letto di una casa qualsiasi, e il dinosqualo avrà il suo lettino, i suoi giochi, le fotografie e i libri. Prendendo proprio spunto da questi libri, è stato avviato un progetto educativo attraverso le fiabe. "Le fiabe sono uno strumento molto importante per comunicare con i bambini e spesso creano un ponte invisibile tra noi adulti e loro – spiega il suo ideatore Fabrizio Bove -. Attraverso le fiabe si riesce spesso a trattare temi molto importanti ma spesso siamo in difficoltà, abbiamo paura di sbagliare, di non essere in grado di comunicare il nostro pensiero ai bambini, ed ecco che le favole arrivano in nostro aiuto. parlare di bullismo, di alimentazione, di morte, di separazione e di altri temi diventa molto più semplice. In questo percorso abbiamo cercato di non lasciare nulla al caso".

Le storie scritte da Elisabetta Mauti, scrittrice di fiabe per bambini e non solo, laureata in lingue e letterature straniere moderne e in psicologia, con specializzazione nelle tematiche della comunicazione, sono edite dalla Erickson e dalla Francoangeli. Entrambe le case editrici sono state contattate per spiegargli il progetto, e ci hanno dato il permesso di utilizzare alcune di queste fiabe. Altre, invece, sono scritte da Rita Bimbatti, autrice di numerosi racconti per bambini pubblicati su periodici e antologie, laureata in scienze dell’educazione, specializzata in pedagogia clinica e disturbi dell’apprendimento.

«Purtroppo il web nel bene e nel male ha invaso le nostre vite, e quelle dei nostri figli, anche se cerchiamo di schermarli il più possibile - continua Bove -. E, visto che spesso youtube diventa un modo per tenere buoni i bambini, anche se va sempre usato con molta moderazione, stiamo cercando di creare un prodotto che se non altro sia utile, ed educativo. Guardare i bambini che guardano altri bambini che giocano sul web è molto alienante, ma dobbiamo fare i conti non su come vorremmo che fosse ma su come realmente è, e quindi cercare di fare da filtro. Nulla può sostituire il piacere e la bellezza di condividere una fiaba insieme ai propri figli o nipoti, ma quando proprio non si può, sappiamo che Piadyno cercherà di aiutarci nella maniera più dolce possibile, accompagnando con fiabe sempre diverse i bambini verso la nanna, e magari riuscirà a fargli capire qualcosa che a molti di noi non risulta semplice da spiegare – conclude Bove -.Abbiamo nel cassetto un progetto editoriale molto ben strutturato che abbraccia varie fasce d'età, parrtendo dai libri tattili e dalle fiabe. Libri che permettano di imparare le materie insieme a Piadyno, fino ai libri studiati apposta per le difficoltà di apprendimento, sviluppato insieme ad Elisabetta Mauti e speriamo che prima o poi qualche casa editrice ci dia la possibilità di dar vita a Piadyno anche su carta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sesso sulle panchine del lungomare di Riccione, il nuovo video porno di Malena

  • Prima lo schianto con il guard-rail, poi la tragica carambola: un morto sull'Adriatica

  • Salvini infiamma Santarcangelo, ma non riesce a raggiungere la piazza

  • "Secchiate di me**a su Salvini", è scontro tra il leader della Lega e il cantante santarcangiolese

  • Le scuole superiori che preparano meglio all'Università o al lavoro: la classifica della Provincia

  • Masterchef, Valerio Braschi debutta con il suo ristorante e svela nome, data di apertura e menù

Torna su
RiminiToday è in caricamento