Turismo, soddisfazione per Ferragosto ma non basta a salvare la stagione. Si guarda all'autunno

L'analisi si VisitRimini che individua quattro "prodotti-meta": arte e cultura, Federico Fellini, benessere e attività all’aria aperta ed enogastronomia

Tante presenze, come nessun operatore si sarebbe mai aspettato per la settimana di Ferragosto a Rimini. E le prospettive sono buone almeno fino al 22 agosto. Secondo l'analisi di Visit Rimini i dati sono buoni. "La speranza è che si confermi questo trend anche per l’ultima settimana di agosto e per il mese di settembre, visto che la tendenza è quella delle prenotazioni last second e che le richieste continuano ad arrivare in considerazione anche della buona condizione epidemiologica del nostro territorio. Si rileva comunque molta cautela nel commentare la situazione da parte degli albergatori".

I numeri delle ultime settimane hanno dato una boccata d'ossigeno a una stagione ormai data per persa, e hanno dimostrato che Rimini e la Riviera sono un grande punto di riferimento per il turismo Italiano. A conferma del fatto di Rimini, faro del turismo italiano e sulla base anche del lavoro svolto nelle scorse settimane dalla Task Force Tursimo del Piano Strategico, la destinazione si sta preparando ad allungare la stagione. "Sì, perché Rimini e il suo entroterra hanno molto da offrire anche dopo l’estate. Innanzitutto una città aperta tutto l’anno, che offre servizi senza soluzione di continuità, dove c’è vita anche in pieno inverno e dove la proverbiale accoglienza romagnola non viene mai meno. E poi gli ampi spazi, la natura, la cultura e la sua stessa identità consentono di sperimentare le sue ricchezze 365 giorni l’anno". Ecco allora la scelta di predisporre delle suggestioni che costituiscono la naturale evoluzione delle esperienze che VisitRimini propone e commercializza per l’estate (sul sito www.visitrimini.com), ma in chiave autunnale, invernale e primaverile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"I quattro meta prodotti individuati sono arte e cultura, Federico Fellini, benessere e attività all’aria aperta ed enogastronomia. Quattro punti cardinali che orientano le proposte che la DMC lancerà direttamente ad un pubblico che vuole concedersi di tanto in tanto un week end o un short break e che è alla ricerca di esperienze ed emozioni tutto l’anno. Come dire, la sperimentazione di una proposta completamente nuova, per contenuti e modalità di distribuzione. Del resto l’innovazione turistica è nel Dna di Rimini… come tutti ricordano a partire dal lontano 1843, con l’apertura del primo stabilimento balnear"e.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • "Correte ho ucciso mia moglie", l'assassino confessa il delitto alla polizia di Stato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento