Una casa per ospitare le famiglie dei pazienti di oncoematologia: presentato il progetto

La casa, al momento in fase di ristrutturazione, sarà completata entro settembre 2018

Si è svolta sabato mattina presso la Sala Acqua della sede di SGR di Rimini una conferenza stampa seguita da un momento conviviale e di festa alla quale hanno partecipato oltre 200 persone per aiutare l’Associazione Riminese Oncoematologia Pediatrica a realizzare un sogno: completare la casa per ospitare le famiglie dei piccoli malati del reparto di oncoematologia.

Alla conferenza sono intervenuti: Roberto Romagnoli -  Presidente A.R.O.P. Onlus, Roberta Pericoli -  Responsabile U.O.S. Oncoematologia Pediatrica (UO Pediatria - Ospedale Infermi Rimini), - Marcello Tonini, Direttore Generale dell'Ausl Romagna, Romeo Giannei, Direttore Direzione Medica Rimini-Riccione (AUSL della Romagna), Mattia Morolli  -  Assessore del Comune di Rimini, Micaela Dionigi -  Presidente del Gruppo SGR  e Carla Cifola -  Governatore Lions Clubs International – Multidistretto 108

La casa accoglienza ha lo scopo di offrire degli ambienti dove le famiglie potranno passare momenti di condivisione e relax anche durante i percorsi di terapia. Potrà ospitare fino a cinque famiglie dei piccoli ammalati in cura presso il Reparto di Oncoematologia Pediatrica dell’Ospedale Infermi di Rimini.  La casa è in ristrutturazione e sarà completata entro la fine di settembre 2018.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

Torna su
RiminiToday è in caricamento