rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Benessere

Alimentazione in autunno, 10 cibi che non dovrebbero mancare sulle nostre tavole

Sos cambio di stagione? Ecco come seguire un'alimentazione sana in autunno.

Boschi e viali alberati si accendono di colori fiammeggianti, mentre la natura si “assopisce” e allo stesso tempo dona i suoi frutti prelibati, pronti per essere lavorati e gustati.
L’autunno è il mese che offre lo spettacolo del foliage e nel quale il nostro organismo ha bisogno di essere nutrito in modo adeguato, per prepararsi al lungo inverno e al freddo, che mettono a dura prova corpo e spirito.

Ma quali sono i cibi che devono far parte dell’alimentazione in autunno per affrontare al meglio il cambio di stagione?


Alimentazione sana in autunno: perchè è così importante?
Con la fine dell’estate il nostro organismo risente dei bruschi cambiamenti: aumenta l’umidità, diminuiscono le temperature e le giornate si accorciano e questo può generare un senso di malessere.
Con la riduzione delle ore di luce, diminuisce la produzione di serotonina e aumenta quella di melatonina, per questo avvertiamo la tipica stanchezza autunnale e dei cali d’umore. Inoltre, si abbassano le difese immunitarie, l’appetito aumenta ed è più facile ricorrere a cibo poco salutare, ricco di grassi e zuccheri.
È essenziale, invece, introdurre cibi che ci aiutano ad affrontare al meglio questa stagioni, ricchi di nutrienti, come sali minerali, vitamine, antiossidanti, Omega3 e proteine.


10 cibi che non devono mai mancare nell'alimentazione in autunno
Per superare l’autunno in forma e restare in salute, ecco quali alimenti portare con regolarità in tavola:

1. Mandorle
La frutta secca, quindi non solo mandorle, ma anche noci, anacardi e nocciole, dona energia al nostro organismo in quanto ricchi di ferro, magnesio, potassio, fosforo e zinco. Importante anche il contenuto di Omega 3, acidi grassi essenziali che non possono mancare per il benessere del nostro organismo e per affrontare al meglio la stagione fredda.

2. Arance
Tipici del periodo autunnale, gli agrumi come le arance, ma anche i mandarini, sono un vero toccasana per la nostra salute: sono ricchi di vitamina C e ci aiutano a rinforzare le difese immunitarie, oltre a rallentare l’invecchiamento delle cellule, mantenendo la pelle più giovane e tonica.

3. Latte vegetale
Rispetto al latte vaccino diminuisce il rischio di sviluppare malattie respiratorie e altre patologie legate all’assunzione di grassi animali. Tra i migliori troviamo il latte di mandorle, riso, soia e cocco, ottimi da bere o per preparare dolci, porridge e altri piatti gustosi.

4. Cachi
La frutta in genere è ideale per ridurre le calorie e contribuire, con le vitamine e gli antiossidanti, ad abbassare il rischio cardiovascolare globale. I cachi, morbidi o duri, sono ricchi di potassio, vitamine e sali minerali, quindi, non deve mai mancare nell’alimentazione in autunno: infatti, combatte il colesterolo, abbassa la pressione, regolarizza l'intestino e aiuta l'umore. I cachi sono anche ricchi di Beta-carotene, precursore della vitamina A.

5. Mele
Contengono pochi zuccheri e, grazie alla pectina, aiutano a tenere sotto controllo l’indice glicemico, tenendo a bada glicemia e sovrappeso; inoltre contengono molte vitamine, tra cui la vitamina C e vitamine del gruppo B.

6. Broccoli
Tra la verdura di stagione, gli broccoli sono senz’alto importantissimi. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Science, contengono una molecola in grado di spegnere un enzima responsabile della crescita di alcune forme tumorali tra cui quelle alla mammella. Inoltre, sono una fonte di vitamina C, contengono sali minerali, dallo zinco al ferro, e vitamine del gruppo B e K, sono efficacissimi antiossidanti e proteggono occhi e ossa. 

7. Zucca
Tipica dell’alimentazione in autunno, contiene betacarotene, protegge il sistema circolatorio e han proprietà antitumorali oltre a contenere vitamina A, B, C e minerali come calcio, sodio, potassio, ferro e magnesio, che donano energia all’organismo. 

8. Yogurt
È un alimento molto saziante, quindi adatto alle diete ipocaloriche, che favorisce lo sviluppo della flora batterica intestinale e quindi il suo benessere. Inoltre, può essere assunto anche da chi soffre di intolleranza al lattosio ed è un valido alleato di pelle e sistema nervoso centrale, grazie ai suoi valori nutrizionali. Ottimo lo yogurt intero, che contiene proteine, carboidrati e grassi. Ottima alternativa a quello classico lo yogurt vegetale.

9. Lenticchie
È consigliabile consumare i legumi in generale, da 2 a 4 volte alla settimana, perché le proteine vegetali aiutano a mantenere adeguati i livelli di colesterolo. In particolare, le lenticchie, ottime per le zuppe, sono ricche di ferro, fosforo e vitamine del gruppo B, che contribuiscono al metabolismo energetico.

10. Cereali integrali
Sono ricchi di proteine, fibre alimentari, minerali e vitamine, quindi riducono l’assorbimento dei grassi e rappresentano uno dei migliori rimedi contro il colesterolo da portare in tavola. Le farine raffinate, invece (le più utilizzate nei prodotti confezionati), a causa del processo di estrazione e lavorazione del chicco, non possiedono più tutti i componenti utili all’organismo, ma hanno un indice glicemico alto che potrebbe favorire l’insorgenza di malattie all’intestino e al sistema immunitario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alimentazione in autunno, 10 cibi che non dovrebbero mancare sulle nostre tavole

RiminiToday è in caricamento