Dinner cancelling: in forma grazie alla dieta di Fiorello

Il dinner cancelling, ovvero la dieta cancella cena sta spopolando grazie anche a Fiorello che ha affermato di essere in forma smagliante per merito di questa dieta. Ecco in cose consiste

La dieta dinner cancelling, o dieta che prevede l’eliminazione del pasto serale e quindi il digiuno completo dalla sera fino a colazione, negli ultimi tempi è salito alla ribalta grazie allo showman Fiorello, che ha dichiarato di aver perso diversi chili proprio seguendo questo schema alimentare. Si tratta di un regime alimentare che rientra fa parte nei modelli di digiuno intermittenti. Scopriamo tutto quello che bisogna sapere prima di intraprendere la dieta Dinner Cancelling e se risulta efficace anche a lungo termine.

Che cos'è il dinner cancelling

Nata in Germania qualche anno fa, la dieta dinner cancelling è stata inventata dal nutrizionista tedesco Dieter Grabbe, il quale sostiene la necessità di digiunare la sera non solo per dimagrire, ma anche per un effetto detox. Digiunando per svariate ore al giorno, e in particolare saltare la cena, permetterebbe di ritrovare energia e salute.

Come abbiamo già detto, questa dieta è un regime alimentare che fa parte dei modelli di digiuno intermittenti. Questo tipo di dieta segue lo schema 16-8, ossia 16 ore senza mangiare e 8 nelle quali ci si alimenta in modo normale, evitando gli eccessi da “recupero”. L’ultimo pasto andrà, quindi, consumato alle 17, anticipato da uno spuntino leggero che aiuti a non soffrire la fame nelle ore serali, così da far passare un certo numero di ore (almeno 2 o 3) tra l’ultimo pasto della giornata e il riposo notturno. 
Durante le ore di digiuno sono ammesse solo bevande non caloriche come acqua e tisane, senza alcuna aggiunta di zucchero, dolcificante o latte, da bere prima che si verifichi la sensazione di fame. Il caffè è consentito ma la caffeina di sera non va di certo a braccetto con un buon riposo, quindi meglio evitarlo dopo le 17.

Questa dieta può essere ripetuta per 2/3 giorni alla settimana oppure seguendo un digiuno moderato per due settimane, per poi aggiungere una dieta di regime più ferreo; secondo Dieter Grabbe, si possono ottenere i benefici anche seguendo un solo giorno di dieta alla settimana. Inoltre, il dinner cancelling permetterebbe di perdere 5/6 chili in 15 giorni senza troppe rinunce durante i restanti pasti. La dieta può essere ripetuta per più mesi o persino per un anno, in modo da stabilizzare il proprio peso. Niente cena dunque. Il Dinner Cancelling, infatti, punta tutto sulla colazione, per questo motivo diventa il pasto più importante della giornata e deve essere molto abbondante e libera. Bisogna però prediligere sempre cibi sani e freschi, senza esagerare con condimenti, grassi insaturi e zuccheri. Il pranzo, invece, dev’essere moderato. Si può mangiare senza esagerare e senza cibi grassi o troppi condimenti. Via libera a carni bianche come petto di pollo o di tacchino alla piastra oppure a pesci magri come la sogliola. Come contorno l’ideale è una ricca insalata o 200 grammi di patate lesse o legumi. Come frutto, un pompelmo.
A cena, niente! Chi non riuscisse a sopportare il digiuno totale può mangiare snack leggeri vitaminici, in particolare verdure crude o bere una tisana.

I benefici

I benefici del dinner cancelling, secondo Grabbe, sono numerosi. Tra i più importanti troviamo: aumento della concentrazione e dell'energia, perdita di peso e di grasso corporeo, riduzione dei valori pressori, glicemici e di colesterolo, aumento della sensibilità insulinica, prevenzione della malattia di Alzheimer, aumento della durata della vita riducendo i processi di invecchiamento, riduzione dei processi infiammatori e miglioramento della qualità del sonno. 

Le controindicazioni

Non è una dieta pericolosa per la salute, poiché richiede solo poche ore di digiuno. Tuttavia, il digiuno intermittente è altamente sconsigliato per le donne in gravidanza o in allattamento, persone sottopeso, persone malate, persone con disturbi dell’alimentazione e bambini fino alla fine della curva di crescita. Inoltre, bisogna far attenzione a non considerare il dinner cancelling come una dieta miracolosa che fa dimagrire senza attività fisica, al contrario bisogna considerarlo come uno strumento supplementare che potenzierebbe gli effetti positivi di uno stile di vita sano.

Gli effetti a lungo termine

Nel breve periodo, il dinner cancelling consente di perdere peso poiché induce l'organismo a cercare i nutrienti necessari non dal cibo ingerito ma dalle riserve. Tuttavia, questo tipo di dieta richiede molta disciplina: gli attacchi di fame, infatti, sono estremamente probabili, così come i disturbi del sonno, perché la fame può rendere più agitata la notte. Inoltre, soprattutto in un paese mediterraneo come il nostro, saltare la cena potrebbe essere una pratica poco sostenibile a lungo: i pasti, infatti, devono avere a che fare anche con la convivialità e la socialità, oltre che con la salute, o rischiano di trasformarsi in una terapia del sacrificio, destinata a fallire sul lungo periodo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

Torna su
RiminiToday è in caricamento