Cura della persona

Autoabbronzante, come applicarlo per ottenere un effetto naturale

Ecco la guida per scegliere l’autoabbronzante migliore per una pelle senza macchie e imperfezioni

Non puoi andare al mare o esporti al sole e desideri una pelle dal colorito dorato e luminoso? 
Il self-tanner è la soluzione per te! Altro non è che un escamotage per colorare la pelle di uno o due toni, semplicemente applicando spray o crema autoabbronzante su viso e corpo ottenendo un risultato naturale e dorato. 

Utilizzare in maniera appropriata e senza paura l’autoabbronzante permette, quindi, di sfoggiare un'abbronzatura perfetta e dall'effetto naturale, senza nessun bisogno di esporti ai nocivi raggi solari.

Ecco i consigli su come scegliere l'autoabbronzante migliore per la tua pelle, e, soprattutto, i trucchi per applicarlo alla perfezione!

Come funziona

Gli autoabbronzanti sono un prodotto cosmetico e come tale è bene usarlo sempre con cautela. Ma come funzionano? Per rendere la pelle colorata si innesca una reazione tra le proteine dello strato corneo della pelle e le molecole di Dha contenute nel prodotto cosmetico: il didrossiacetone (Dha) è una sostanza presente naturalmente anche nel nostro corpo che, legandosi alle cellule di cheratina, determina un cambiamento di colore della pelle, facendole prendere il noto tono dorato.
Inoltre, il Dha è stato sottoposto a differenti ricerche da cui non sono emersi effetti tossici per la pelle, anche se, come per ogni prodotto cosmetico, è opportuno usare sempre cautela.

Come scegliere l’autoabbronzante giusto

Esistono diverse tipologie di autoabbronzante:

  • crema
  • latte
  • spray
  • gel

Se si ha la pelle secca sono più indicate le creme e il latte autoabbronzante poiché più nutrienti, anche se sono più complicati da applicare e impiegano più tempo ad asciugare, mentre il gel è da preferire per le pelli più grasse. Lo spray, invece, è ideale se hai poco tempo, mentre per il viso scegli una crema autoabbronzante, meglio se progressiva: potrai così correggere il tiro mano a mano che la tua pelle assume il colorito desiderato.

Per quanto riguarda il colore da preferire, controlla sempre la quantità di Dha presente nel prodotto: se hai la pelle molto chiara, prediligi un autoabbronzante contenente il 3% (o meno), oltre il 5% invece, se sei già scura e vuoi dare più grinta all’abbronzatura. 

Come applicare l’autoabbronzante

Una volta acquistato il prodotto, è consigliato leggere sempre bene le istruzioni per l’uso riportate sulla confezione.
Prima di applicare l’autoabbronzante è necessario preparare la pelle, così da permettere al prodotto di aderire meglio e ottenere un effetto il più naturale possibile. Esfolia la pelle per sbarazzarti delle cellule morte almeno una settimana prima dell’applicazione e idratala in profondità. Poi, fai uno scrub delicato senza olii ventiquattro ore prima dell'autoabbronzante, così che la pelle abbia il tempo di ristabilire il suo sottile strato idrolipidico.

Inoltre, ricorda che il colore che otterrai dipende anche dal ph della tua pelle: per stabilizzarlo, prima di applicare il prodotto, fai la doccia con un ph neutro.

Per applicare alla perfezione l’autoabbronzante sul viso bisogna eseguire movimenti circolari che facciano penetrare il prodotto in profondità. Inizia con la zona T e poi procedi verso le tempie, con movimenti verso l’alto, mai verso il basso. Sfuma molto bene il contorno occhi e fai attenzione a non esagerate con la quantità di prodotto.

Non scordare di passare anche su orecchie, mento e collo. 

Per stendere la crema autoabbronzante sul corpo, sono utili gli stessi movimenti circolari del viso: comincia a stendere l’autoabbronzante da piedi e caviglie e su per le gambe, poi passa alla parte superiore del corpo. La schiena sarà la parte più difficile: meglio chiedere aiuto, altrimenti applica davvero pochissimo prodotto per volta.

Ricorda di indossare sempre dei guanti, che rendono più efficace l’applicazione del prodotto e che evitano il formarsi di macchie sulle mani.

Come mantenere l’effetto più a lungo?

L’effetto dell’autoabbronzante solitamente dura dai sette ai dieci giorni, dopo di che dovrai applicare nuovamente il prodotto. Per prolungarne l'effetto, bevi molto e massaggia quotidianamente la pelle con una crema idratante. Inoltre, dopo aver applicato l'autoabbronzante, attendi 24 ore prima di fare il bagno o la doccia, evitando di sfregare la pelle con una spugna.

Infine, prima di procedere con una nuova applicazione, ti consiglio di fare una doccia, passando un buon esfoliante per rimuovere tutti i residui dell'applicazione precedente.

I consigli in più

  • Applica il prodotto sempre dal basso verso l’alto utilizzando movimenti ampi e circolari, per un effetto super naturale.
  • Quando applichi l’autoabbronzante sul viso utilizza poco prodotto e, se usi uno spray, ricorda di applicarlo prima sul guanto.
  • Attendi almeno 20 minuti ( o il tempo indicato sulla confezione) prima di rimettere i vestiti: per precauzione puoi tamponare il corpo con una velina prima di indossare gli abiti.
  • Non passare mai due volte sulla stessa zona: se non sei soddisfatta, puoi passare il prodotto una seconda volta, ma sempre dopo aver aspettato l’asciugatura della prima applicazione.
  • Gli autoabbronzanti non sono affatto un sostituto delle creme protettive: se decidi di esporti al sole, anche dopo aver applicato prodotti autoabbronzanti, non devi mai dimenticare di usare i filtri di protezione contro i raggi ultravioletti.

Se vuoi scoprire i migliori autoabbronzanti da acquistare on-line clicca qui!

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autoabbronzante, come applicarlo per ottenere un effetto naturale
RiminiToday è in caricamento