Smalto gel e smalto semipermanente, quali le differenze?

Sei indecisa se metterti uno smalto semipermanente o smalto gel? Ecco tutte le differenze e come scegliere il più adatto per la tua manicure

Prendersi cura delle proprie mani è importante. A prescindere se si amano unghie naturali o ricostruite, la cura delle mani è fondamentale, perché le mani sono il nostro biglietto da visita quando interagiamo con gli altri e devono, innanzitutto, essere sempre pulite e curate. Le unghie sporche e non curate, si sa, sono sinonimo di scarsa igiene e di sciatteria. Per questo motivo si ricorre spesso alla manicure e nail art di ogni tipo. 

Quale smalto scegliere per rendere le mani belle e curate? 

Molte non conoscono quale sia la differenza tra smalto gel e semipermanente per scegliere il trattamento più adatto. 

Spieghiamo, una volta per tutte, le differenze, tra smalto gel e smalto semipermanente, più i vantaggi e gli svantaggi di questi due trattamenti.

Smalto semipermanente: cos'è, vantaggi e svantaggi

Se vuoi un effetto naturale, curato e luminoso l’ideale è lo smalto semipermanente. Perfetto da applicare sulle unghie naturali di media lunghezza, questo smalto è un prodotto fotoindurente (ovvero che necessita di essere asciugato con una specifica lampada a led) che aumenta leggermente lo spessore delle unghie e garantisce durabilità e resistenza.

Lo smalto semipermanente, inoltre, si applica e si rimuove facilmente, e può durare dalle due alle tre settimane. Indubbiamente, tra i principali vantaggi dello smalto semipermanente possiamo annoverare la rapidità e la facilità di applicazione, l'effetto naturale sulle unghie, l'ampia gamma di colori disponibili, la facilità di rimozione e il costo moderato.

Di contro, lo smalto semipermanente è meno resistente e ha meno durata dello smalto gel, non permette di ricostruire o allungare le unghie e non è adatto nel caso di unghie molto corte.

I migliori kit per il gel unghie in casa

Smalto gel: cos'è, vantaggi e svantaggi

Lo smalto gel è uno dei prodotti basilari per la ricostruzione di unghie spezzate, danneggiate ed indebolite. Questo smalto dona alle unghie un effetto spesso e bombato, necessita comunque di una lampada a LED o UV per la polimerizzazione ed ha una durata maggiore rispetto al semipermanente (resiste fino a un mese) ma, rispetto a quest'ultimo, è più complicato sia da applicare che da rimuovere. Tra i vantaggi dello smalto gel troviamo quindi la sua maggiore durata e resistenza e la possibilità sia di ricostruire e modellare le unghie a proprio piacimento che di applicarvi stencil o realizzare scenografiche nail art. D'altro canto, lo smalto gel è molto complicato sia da applicare che da rimuovere, tanto da richiedere necessariamente l'intervento di un professionista, ed ha un costo più elevato del semipermanente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fausto Gresini non ce l'ha fatta, il campione di motociclismo stroncato dal Covid

  • Bar, ristoranti, spostamenti e sport: cosa si può fare in "zona arancione", tutte le regole

  • Il maestro dei profumi stroncato dal Coronavirus

  • Far west davanti all'ufficio postale, rapina all'arrivo del furgone portavalori

  • Il nuovo Dpcm impone restrizioni fino al 6 aprile, addio a Pasqua e Pasquetta

  • Recuperato il corpo di una donna all'imbocco del porto

Torna su
RiminiToday è in caricamento