rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Salute

Influenza, cosa mangiare per prevenirla e combatterla

Con l’arrivo del freddo è in agguato anche l’influenza. Per prevenirla l’alimentazione ha un ruolo fondamentale. Ecco i cibi da consumare

Con l’arrivo dell’autunno e poi dell’inverno, arriva anche l’influenza. Per non farsi cogliere impreparati bisogna mettere in atto alcune strategie di prevenzione. Evitare l’influenza, ma anche un banale raffreddore, tosse o mal di gola è possibile, basta giocare d’anticipo. Oltre a mantenere il corpo caldo e protetto dal freddo è anche importante curare l’alimentazione.

Fare il pieno di vitamine e minerali

Quando le temperature cominciano a scendere, bisogna introdurre nella propria dieta elementi nutritivi che aumentino le difese immunitarie dell’organismo. Fondamentali per difendersi dall’influenza sono le vitamine, in particolare la vitamina C, poi anche il ferro e lo zinco, che stimolano la produzione di anticorpi e contrastano i virus e i batteri, portatori dell’influenza.

Contro l’influenza, 5 porzioni di frutta e verdura

Frutta e verdura sono due alimenti che non devono mai mancare a tavola perché grazie a loro possiamo fare il pieno di vitamine, ferro e zinco. Importante è scegliere frutta e verdura fresca e di stagione e mangiarle almeno cinque volte al giorno, come consigliano sempre tutti i nutrizionisti.

La frutta e verdura da mangiare a novembre

Cosa mangiare per fronteggiare l’influenza

Cosa è necessario mangiare per aiutare il nostro organismo ad aumentare le sue difese immunitarie e prevenire così virus e batteri?

Ecco 8 alimenti che non possono mancare nella nostra alimentazione:

1. Frutta ricca di vitamina C gli agrumi sono i più ricchi di questa vitamina: arance, mandarini, limoni, mandaranci, pompelmi, sono in grado di aiutarci nella difesa dalle infezioni. Questi frutti non devono mancare sulle nostre tavole e sono tra gli alimenti da consumare tutti i giorni. Oltre agli agrumi anche i kiwi e il ribes sono ricchi di vitamina C, che oltre ad aiutare il sistema immunitario, favorisce l’assorbimento del ferro, che a sua volta potenzia le difese contro raffreddore, tosse e mal di gola. 

2. Verdura: cruda o al vapore. Immancabili nella nostra dieta le verdure che dovrebbero essere consumate quotidianamente come lattuga, broccoli, peperoni, cavolo rosso, carote. È buona regola, infatti, mangiare 4 porzioni di verdura cotta e 10 di cruda a settimana. Certe verdure non si possono mangiare crude, ma la cottura al vapore conserva una buona quantità di vitamine e Sali minerali contenute nella verdura fresca. La verdura, come la frutta, aiuta le nostre difese immunitarie. In inverno, il minestrone è tra i piatti caldi più graditi. Anche surgelato è ottimo per fare il pieno di sostanze nutritive oltre ad essere pratici per chi ha poco tempo per cucinare e possono essere arricchiti con pasta, riso, miglio, orzo, legumi. 

3- Bevande. Durante l’inverno a causa del freddo e dei riscaldamenti che creano ambienti più secchi si perde lo stimolo della sete e si rischia di disidratarci. Per questo motivo è importante bere almeno 1,5-2 litri di acqua al giorno, ma gari preparandosi delle buone bevande calde per aiutarci a rimanere idratati come tisane, orzo, caffè alla cicoria, caffè americano. Nelle ore serali meglio preferire tè deteinato, caffè decaffeinato o d’orzo. Anche i brodi vegetali realizzati in casa con sedano, carota, cipolla, patate possono aiutare a mantenere il corpo idratato. 

4. Vitamina D. In inverno si riduce la nostra esposizione al sole e quindi la produzione di vitamina D . Per questo, è importante introdurre la vitamina con alimenti che la contengono, come latte o yogurt da consumare due volte al giorno a colazione o a merenda. I formaggi, in particolare il Grana Padano DOP è un concentrato di nutrienti del latte, ma meno grasso e senza lattosio, andrebbero consumati un paio di volte alla settimana, come alternativa al secondo piatto, al posto di carne o due uova. Questo formaggio può essere mangiato anche da chi soffre di ipercolesterolemia e ipertensione . 

5. Carne o pesce. Contengono zinco, che ci aiuta a combattere le infezioni. La carne andrebbe consumata massimo 3 volte alla settimana, preferendo quella bianca e magra. Il pesce, almeno due volte, variandone la qualità come l'orata, salmone, branzino, merluzzo. È possibile utilizzare anche pesce surgelato, perché mantiene le proprietà del pesce pescato. 

6. Legumi. Forniscono energia, proteine, ferro e fibre . Da consumare almeno due volte alla settimana. Possono essere utilizzati surgelati, in scatola o secchi. Chi soffre di meteorismo dovrebbe mangiarli passati. 

7. Cioccolato o cioccolata in tazza. È il dolce ideale durante l’inverno: riscalda e dà energia. Naturalmente va consumato con moderazione ed è sempre meglio scegliere quello fondente. 

8. Spezie. Pepe, peperoncino, erbe aromatiche , ma anche cannella, zenzero, curcuma, quest’ultima, grazie all’acido acetilsalicilico, uno dei principi attivi dell’aspirina, aiuta a prevenire i sintomi tipici del raffreddamento.
Anche le spezie e le erbe aiutano il nostro sistema immunitario. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Influenza, cosa mangiare per prevenirla e combatterla

RiminiToday è in caricamento