rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Arredare

Trapunta o piumone: quale scegliere?

Le temperature sempre più rigide e il sopraggiungere dell'inverno ritorna puntuale il "caldo" dilemma. Di seguito, alcuni pro e contro delle due diverse visioni del sonno.

La trapunta o il piumone sono l’outfit invernale tradizionale a cui nessuno può rinunciare. Una sfida domestica disputata tra le mura della camera da letto, di cui ora così come allora è necessario capirne i pro e contro (sempre che esistano) delle due diverse visioni del sonno.


Tutti i pro e contro della trapunta 
In principio era lei, l’unica a farla da padrona. Fin da subito ha dimostrato di avere già tutte le carte in regola per mettere all’angolo la coperta di lana perché più era pratica, più leggera come peso ed esteticamente piacevole (tanto da aver spodestato in alcuni casi anche il copriletto, inutile con una bella trapunta). Tutti in casa ne hanno avuta o vista almeno una, magari nascosta sotto la lavanda nel baule dove la nonna conservava i suoi tesori. Lei ha il sapore dei ricordi, i colori dell’infanzia, e a differenza del giovane sfidante, il piumone, sa scaldare anche il cuore. Plus numero uno della trapunta: dona un aspetto molto ordinato e ben rifinito a tutto il letto, perché è un “capo invernale” finito, ossia già completo di imbottitura che viene trapuntato insieme al tessuto esterno creando uno strato unico. Quindi niente “affaticamento” per il cambio del letto: lenzuola pulite, poi, sopra lei e pronti via. Un vero punto a favore, visto il macchinoso sistema di “mettere nel sacco” il piumone. Un altro vantaggio è la misura in cui viene realizzata: studiata, per avere una dimensione più grande rispetto a quella del letto, con tanto di caduta laterale, crea un effetto finale elegante, curato e ben rifinito. Ma questo, non è solo un beneficio estetico, il suo caldo e generoso abbraccio è così ampio da mettere pace tra i compagni di letto perché, viste le dimensioni più abbondanti rispetto a un piumone, nessuno potrà mai essere accusato di rubare le coperte con buona pace del ménage familiare. La trapunta prevede l’utilizzo combinato con il completo lenzuola e proprio con questo capo di biancheria si possono creare accostamenti di colore tono su tono o a contrasto. È anche vero, e qui diamo un punto a favore al rivale, che l’accuratezza degli abbinamenti è fondamentale, può essere rischioso abbinare una trapunta a fiori con un lenzuolo scozzese. E per finire, la presenza delle lenzuola consente di lavare con una maggiore frequenza la biancheria che è a diretto contatto con il corpo. In tal modo, la trapunta che, ha un ingombro grande, può essere lavata in relazione ai cambi di stagione, ossia quando viene riposta nell’armadio.


Piumone, l'eterno rivale si difende
Più moderno, decisamente il preferito dalle nuove generazioni, questo indispensabile complice per un buon sonno ha un grande vantaggio rispetto alla rivale trapunta: la possibilità di individuare la pesantezza che più aggrada durante ogni stagione. Una carta vincente che lo rende l’amico più fedele durante le notti fredde, ma anche quando la temperatura si fa più mite, basta scendere di “peso” e lui da buon compagno si adegua. Infatti, se le trapunte sono realizzate con un’imbottitura da 300 g/mq studiata per garantire un ottimo tepore durante le notti invernali, i piumini hanno invece differenti grammature e possono essere realizzati con diversi materiali d’imbottitura. Altra dote innata del piumino è l’indubbia versatilità. Essendo progettato per essere rivestito dal sacco copripiumino, si può scegliere tra tante fantasia e colori e cambiare look al letto. Un altro elemento a vantaggio del piumino è la maggiore praticità con cui può essere lavato rispetto alla trapunta. Infatti, essendo realizzato in una misura più piccola rispetto al piumone, è più facile sia riporlo nell’armadio e ha il grande vantaggio di entrare anche in lavatrice.


E dunque, cosa scegliere?
Non esiste una risposta valida per tutti, che sia una trapunta o un piumino, sono solo le esigenze personali e di gusto a decretare l’esito di questa immaginaria sfida. Quindi non resta che dormire tra due guanciali avvolti dalla calda morbidezza di piumini e trapunte, a seconda dei gusti, rifiniti da tessuti di alta qualità e decorati con ricercate fantasie che aggiungono un tocco di stile al letto invernale e non solo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trapunta o piumone: quale scegliere?

RiminiToday è in caricamento