Come addobbare casa a Natale in piena sicurezza

Il periodo natalizio rende le case più belle e allegre grazie agli addobbi colorati. Il momento della decorazione è magico per i bambini. Proprio per metterli al sicuro dobbiamo rispettare alcune norme. Vediamo quali per avere una casa natalizia sicura e a prova di piccoli

Il mese di dicembre è il mese più amato dai bambini perché è il periodo di Natale con tanti regali, ma è anche il momento in cui ci si diverte addobbando casa con luci, alberi, ghirlande, palline e pupazzi per creare la giusta atmosfera.

Per vivere al meglio questo periodo è importante mettere in  sicurezza i più piccoli per prevenire spiacevoli incidenti. I bambini, infatti, sono vivaci e curiosi, pronti a scoprire e toccare tutto ciò che li circonda. Per questo creare un ambiente sicuro è fondamentale.

Adottando le giuste precauzioni è possibile decorare in pieno stile villaggio di Babbo Natale la propria casa. Vediamo come.
Albero

Quando si decide di comprare un albero artificiale è bene accertarsi che sia realizzato in materiale ignifugo e che riporti il marchio CE. Inoltre deve avere una base stabile e ancorato ad un mobile o alla parete per evitare che cada se i bambini troppo curiosi decidono di aggrapparsi.

Se invece optate per quello vero, il rischio che prenda fuoco in caso di cortocircuito è maggiore. Per prevenirlo meglio scegliere un modello non troppo secco.

Luci

Per andare sul sicuro scegliendo le luci giuste dovete optare quelle a marchio CE. La certificazione viene data a seguito di una serie di test di controllo dell’azienda che li ha fabbricati, in base a delle norme imposte dall’Unione Europea.

La marcatura deve essere presente anche sull’etichetta del prodotto e devono essere presenti e ben visibili sulla confezione e sull’etichetta i dati dell’importatore e il paese di fabbricazione. Tutto deve essere riportato in lingua italiana.

Se, invece, volete installare le luci da esterno, sull’etichetta devono riportare la dicitura “uso esterno” e devono essere contrassegnate dal Codice IP, Marchio Internazionale Protezione, o Marchio Protezione Ingresso, che indica il grado di protezione di materiale elettrico in presenza di particelle solide o di liquidi. Lo standard deve essere minimo IP44. Meglio adottare luci a bassa tensione (24 V), con alimentatore separato.

Prima di montarle dobbiamo accettarci del loro funzionamento, controllare che non ci siano fili scoperti, che la spina e il cavo siano danneggiati e che il controller non sia rotto. Se una lampadina della catena non funziona o è rotta, meglio sostituirla.

Dove posizionare le luci?

Le luci non devono ingombrare il passaggio e devono essere posizionate lontano da materiali infiammabili, come tende, tappeti o tessuti.

Se ci sono più catene di luci, meglio usare una presa per ogni spina, spine triple possono diventare instabili a causa del peso. Una soluzione semplice è quella di utilizzare le ciabatte.

Per fissare le luci, non usare ganci di metallo o metterle vicino a fonti in metallo. Questo è un conduttore di elettricità e quindi potenzialmente pericoloso.
Inoltre prima di uscire di casa o di andare a dormire, bisogna staccare sempre tutte le spine.

Addobbi

In caso di bambini o animali domestici, meglio evitare addobbi troppo fragili. Alle palline di vetro preferite quelle infrangibili o decorazioni in stoffa. Soprattutto evitare addobbi con pezzi piccoli che si possono staccare e quindi essere inghiottiti per sbaglio.

Addobbi online sicuri

Albero di Natale ignifugo

Catena luminosa solare

Catena luminosa

Palline infrangibili

Decorazioni stoffa

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Multipresa

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Casa vacanze, tutto quello che devi sapere per affittarla

  • Condizionatore: come usarlo bene per risparmiare in bolletta

Torna su
RiminiToday è in caricamento