Giovedì, 24 Giugno 2021
Sicurezza

Zanzariere, ecco pochi e semplici prodotti per pulirle

Per fermare insetti e pollini, facendo filtrare luce e aria, è necessario, di tanto in tanto, pulire le zanzariere. Ecco come fare in modo semplice e con pochi prodotti naturali

Per difendersi dalle zanzare e da tutti gli insetti che riprendono vita con l’arrivo della bella stagione è consigliato l’uso della zanzariera. 

La zanzariera viene montata su finestre o porta-finestre ed è una maglia di rete metallica o in tessuto plastico realizzata in stretta trama che non ha alcun impatto visivo ovvero una volta montata non si nota e non disturba: la luce naturale e l’aria fresca entrano ugualmente in casa, lasciando fuori insetti e soprattutto le fastidiose zanzare.

Ma per farle funzionare sempre alla perfezione è necessario pulirle. Può sembrare qualcosa di complesso, in realtà esistono prodotti casalinghi ed altri semplici rimedi per rimuovere tutto lo sporco. 

Come pulire le zanzariere con pochi ingredienti

Esistono diverse tipologie di zanzariere: fisse, scorrevoli oppure mobili, ma quando si provvede alla pulizia si usano sempre gli stessi prodotti per evitare che questi dispositivi si rovinino o, ancora peggio, possano bucarsi. I detergenti vengono subito in mente quando si deve rimuovere lo sporco, ma per non avere problemi occorre stare alla larga da quelli aggressivi. Perché non affidarsi quindi a qualcosa di completamente naturale?

Sapone di Marsiglia: l’ideale per la zanzariera mobili

Le zanzariere più utilizzate e diffuse sono quelle mobili. Pulirle è semplice e il fatto che possano essere rimosse dopo la stagione estiva è di grande aiuto. In caso di dispositivo con il velcro, a volte può anche bastare un po’ di acqua corrente, ma per eliminare ogni residuo, il sapone di Marsiglia è di grande aiuto insieme a una spugna umida da strofinare con estrema cautela. In caso di zanzariera pieghevole, acqua e sapone sono sufficienti per una prima pulizia, prima di risciacquare e usare un panno in microfibra. Se invece la zanzariera è più rigida, serve più spazio per pulirla e la vasca da bagno può essere la soluzione ottimale, in alternativa il terrazzo e il giardino si prestano perfettamente a questa operazione.

La grande versatilità dell’aceto

Un valido aiuto per pulire le zanzariere è dato dall’aceto. Per ottenere risultati brillanti che durino nel tempo, basta mescolare acqua tiepida ed un bicchiere di aceto per poi strofinare con una spugna umida. Nel caso in cui la sporcizia dovesse essere molto resistente, il prodotto giusto è quello che si può preparare con due cucchiai di sapone di Marsiglia e un po’ di detersivo per piatti, avendo sempre l’accortezza di pulire dall’alto verso il basso.

Il vapore per lo sporco più resistente

Il vapore è l’ideale in caso di zanzariere fisse e di sporcizia che resiste a tutti i prodotti naturali. Grazie a un beccuccio nebulizzante si pulisce il dispositivo con il getto che non deve essere troppo vicino alla zanzariera, altrimenti si potrebbe rischiare di rovinarla. Con un panno in microfibra, poi, si asciugherà facilmente tutto. Questa soluzione si presta bene soprattutto per le zanzariere realizzate in metallo, mentre per quelle in plastica si dovrebbe fare una prova iniziale su una piccola zona per capire quanto siano resistenti. 

Prodotti online

Zanzariera finestra

Zanzariera magnetica

Nastro per riparare zanzariere

Antizanzare ultrasuoni

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zanzariere, ecco pochi e semplici prodotti per pulirle

RiminiToday è in caricamento