rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Sicurezza

Sicurezza casa: come tenere i bambini lontano dai pericoli

Molti genitori considerano la casa il luogo più sicuro per i propri bambini. In realtà è dove avviene il 64% degli incidenti. Ecco cosa fare per prevenire i rischi e fare attenzione.

La casa dovrebbe essere priva di pericoli, invece per i bambini con meno di 5 anni una giungla dove far attenzione. Infatti il 64% degli infortuni avviene a seguito di una caduta in casa, spesso con conseguenze molto serie. 

La maggior parte degli incidenti avviene in soggiorno, lo spazio dedicato al tempo libero e al gioco, seguito subito dopo dalla camera da letto.

La prima causa degli incidenti domestici è dovuta alla credenza errata che la propria casa sia un posto sicuro. Questa convinzione abbassa la guardia con minor attenzione e difesa, rispetto a quando ci troviamo in un ambiente esterno. 

Non vanno trascurati, inoltre, i ritmi spesso frenetici della giornata e la conseguente stanchezza che inevitabilmente riducono la capacità di attenzione. 

Nell’arredamento e nell’organizzazione della casa, inoltre, si possono commettere errori dovuti alla non conoscenza e/o alla sotto-valutazione dei pericoli. I fattori di rischio dunque possono essere diversi e interagire tra loro.

Rendere sicura la casa 

Rendere una casa sicura al 100% non è possibile. Ci sarà sempre una minima percentuale di pericolo per i bambini. Pertanto è necessario costruire la casa in relazione alle abitudini e capacità o attitudini di chi la abita. Secondo i dati dei bambini ricoverati per incidenti in casa, gli ambienti dove avvengono la maggiar parte degli incidenti sono:

Bagno:

  • Pavimento irregolare/scivoloso/inclinato
  • Doccia/bagno con superficie scivolosa
  • Spazio insufficiente attorno alla vasca/doccia
  • Regolazione della temperatura dell’acqua calda da termostato superiore a 60°, o a 55° se misurata dal rubinetto

Interno casa:

  • Pavimento dei locali irregolare/scivoloso/inclinato
  • Cablaggio elettrico non sicuro
  • Assenza di uno spazio protetto dalla portata dei bambini per prodotti velenosi e/o utensili pericolosi (bagno/ cucina/lavanderia)
  • Accesso a fiamme libere o liquidi bollenti,
  • Percorsi scarsamente illuminati oppure scivolosi/ripidi/irregolari

Scale (interne e/o esterne):

  • Balaustra in rovina/troppo bassa, aperture troppo ampie, resistenza insufficiente
  • Scale sdrucciolevoli
  • Scale non adeguatamente illuminate
  • Scale troppo ripide
  • Scale troppo larghe/strette/irregolari
  • Scalini tra camera da letto e servizi igienici
  • Corrimano sulle scale esterne in cattive condizioni
  • Corrimano esterno mancante
  • Corrimano troppo alto o troppo basso/discontinuo
  • Gradini strutturalmente pericolosi
  • Gradini con pedate e alzate di diverse altezze
  • Gradini mancanti - ripidi - scivolosi - scarsamente illuminati/difficili da vedere
  • Tappeto insicuro sui gradini

Aperture: 

  • Specchi o porte in vetro adiacenti alle scale
  • Finestra che si apre sul percorso in modo pericoloso
  • Vetri scarsamente resistenti
  • Finestre e balconi non dotati di fissaggi e chiusure “a prova di bambini”
  • Sgabelli, sedie, vasi collocati in prossimità di ringhiere, balaustre, finestre

Scopri il bonus condizionatori 2019

Prevenire gli incidenti domestici

Nei diversi momenti della crescita la presenza di un adulto attento e consapevole è un elemento indispensabile alla prevenzione degli  incidenti. Nei primi mesi di vita, quando il bambino non è capace di movimenti autonomi, basta l’attenzione, in seguito bisognerà mettere in sicurezza la casa perché sarà molto difficile bloccare tutte le acrobazie di cui sarà capace.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza casa: come tenere i bambini lontano dai pericoli

RiminiToday è in caricamento