Liquami fognari in mare, scatta il divieto di balneazione

Il nubifragio che ha colpito la costa romagnola tra lunedì e martedì ha provocato l'apertura delle fogne

Per il temporale che si è abbattuto sulla riviera riminese, tra lunedì e martedì, sono state aperte le paratie che hanno scaricato in mare i liquami fognari. E' così scattato il divieto di balneazione di 18 ore che interessa le zone di Torre Pedrera, Brancona; Viserba: la Turchia e la Sortie; la foce del Marecchia; Rimini Marina Centro, Ausa; Bellariva:  Colonnella 1 e 2; Rivazzurra:, la fossa Rodella; Miramare: Roncasso; Riccione, rio Asse e foce del Marano e porto canale; Cattolica: viale Fiume e foce del torrente Ventena. Salvo ulteriori peggioramenti meteo, i bagni torneranno ad essere consentiti da mercoledì 18 luglio.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fermato tre volte in un giorno: "Voglio godermi la vita, tanto le multe non le pago"

  • Calano ulteriormente i nuovi contagi, meno ricoverati in terapia intensiva

  • Buoni spesa, come richiedere il contributo: 150 euro per ogni componente della famiglia

  • Borrelli allunga la quarantena fino al primo maggio: "Fase 2 forse dal 16"

  • Droga party nel garage per combattere la noia della quarantena

  • A spasso sulla battigia azzanna gli agenti della polizia di Stato

Torna su
RiminiToday è in caricamento