Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca

Il sindaco: "Il 2022 anno cruciale per la viabilità. E vogliamo essere Capitale della Cultura"

Jamil Sadegholvaad pronto al nuovo incarico di presidente di Visit Romagna: "Più feeling con i sindaci ma anche con San Marino"

Rimini candidata a Capitale della Cultura 2025. Più feeling con San Marino. Verso una rivoluzione della viabilità. E’ un sindaco Jamil Sadegholvaad impegnato su più fronti a 360° in vista del nuovo anno. Il primo cittadino parla in duplice vestes, da neo sindaco, ma anche nei panni di nuovo presidente di Visit Romagna, incarico che assumerà nei primi giorni del 2022.

Sindaco Sadegholvaad, l’anno si chiude ancora nel segno della pandemia. Cosa spera per il 2022?

“Anche il 2022 inizierà con la pandemia da affrontare, sappiamo che avremo delle difficoltà e auspico che il governo riveda le regole per non mandare in tilt il sistema di tracciamento. Da Pasqua in avanti confido però in un miglioramento e lo dico anche in veste di nuovo presidente di Visit Romagna, avremo tanto turismo di prossimità ma confidiamo nei mercati di Germania, Svizzera e Austria. Il 2022 sarà l’anno degli Alpini e dei grandi eventi”.

Quali saranno i primi passi da presidente di Visit Romagna?

“Incontrerò tutti i sindaci, per una promozione turistica coordinata, subito da gennaio: quando avrò appuntamento con il collega di Ferrara. Nel mio mandato lavorerò molto nei rapporti di collaborazione, perché ci credo molto, con i sindaci dei comuni capoluogo, della costa e torno a ribadire che dobbiamo aprirci di più con San Marino”.

Tanti temi in comune con la Repubblica di San Marino?

“Già la prossima settimana incontrerò il governo di San Marino, perché ci sono questioni importanti da condividere: occorre un piano strategico comune sulla viabilità e sull’aeroporto”.

A proposito di viabilità, cosa accadrà da febbraio in avanti?

“Lo dico da subito, ci saranno lavori che impatteranno sulla vita dei cittadini riminesi, ma è un momento storico: andiamo a sistemare due buchi neri nella viabilità di questa città. Le rotatorie Montescudo-Coriano e San Marino richiederanno 18 mesi di lavoro e dovremo essere bravi nel districare la viabilità”.

Ha per caso già avuto un colloquio con le Autostrade? State considerando di aprire gratuitamente il tratto Rimini Nord-Riccione?

“Non siamo ancora così avanti, nella pianificazione. Sui dettagli ci stiamo lavorando. Di certo l’accesso Rimini Sud non sarà agevole e l’asse semaforico finirà in difficoltà”.

Sulla viabilità è tutto un divenire. E’ vero che pensa anche alla complanare?

“La faremo, il 2022 sarà l’anno della chiusura dell’iter di progettazione, sarà una diagonale in uscita dalla doppia carreggiata verso Rimini e andrà da Cesenatico a Misano. E’ un percorso lungo, ma è una visione che abbiamo”.

Sul fronte della sanità cosa farà l’amministrazione?

“Stiamo reggendo l’onda d’urto, ma questa pandemia ci insegna che dobbiamo affrontare delle scelte strategiche. Bisogna diffondere la sanità sul territorio e con l’Ausl dobbiamo arrivare a un presidio socio sanitario con la nascita di una Casa della Salute”.

Come procede l’iter per candidare Rimini a Capitale della Cultura?

“Ci candidiamo per il 2025, negli ultimi anni la città ha fatto notevoli passi in avanti nella cultura e siamo maturi per diventare un punto di riferimento per qualcosa che andrà oltre al turismo balneare. La competizione sarà elevata, ma siamo nelle condizioni per poterci misurare con le altre città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco: "Il 2022 anno cruciale per la viabilità. E vogliamo essere Capitale della Cultura"
RiminiToday è in caricamento