rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Cronaca Cattolica

Quarant'anni fa l'inaugurazione della biblioteca, in suo onore incontri e il Regina Fumetti festival

Sono trascorsi 40 anni dall'inaugurazione della Biblioteca Comunale nella sede del Centro Culturale Polivalente, avvenuta il 27 febbraio 1983

Sono trascorsi 40 anni dall'inaugurazione della Biblioteca Comunale nella sede del Centro Culturale Polivalente, avvenuta il 27 febbraio 1983 e le motivazioni espresse dall'allora assessore alla cultura, Oscar Micucci, non sono cambiate: “Prima di tutto la consapevolezza che il ruolo delle istituzioni culturali è un ruolo importante nello sviluppo di una città moderna. La crescita e l'allargamento delle conoscenze significano capacità di partecipare, di capire, di decidere, significano affermare condizioni di eguaglianza tra i cittadini. C'è poi un altro tipo di considerazione da fare per una città turistica quale la nostra ed è una richiesta di cultura anche da parte della popolazione estiva. Promozione turistica, quindi, capacità di adeguare le strutture alle sollecitazioni che sempre di più ci provengono. Lo sforzo dell'amministrazione è quello di far partire da Cattolica messaggi e iniziative di cui sia bello parlare e dibattere. Il Centro Culturale non è una scatola magica. È essenzialmente una biblioteca moderna che affianca al libro gli altri importanti mezzi di formazione e informazione”.

Ancora oggi, tanto più considerando i cambiamenti sociali e culturali, le crisi e le emergenze, si lavora per sostenere concretamente e stabilmente la crescita culturale, il benessere individuale e lo sviluppo del territorio, attraverso la promozione di eventi e manifestazioni culturali rivolte alla comunità, a diversi utenti e fasce d'età.

“Voglio sottolineare la lungimiranza – spiega la sindaca Franca Foronchi – con la quale alla fine degli anni ’70 gli amministratori locali dell’epoca compresero l’importanza di recepire e sfruttare un finanziamento per la realizzazione di questo Centro Culturale Polivalente. Un luogo di incontro aperto alla comunità che a distanza di 40 anni rimane all’avanguardia nello scenario culturale, non solo cattolichino ma possiamo ben dire, per la rilevanza delle attività proposte, a livello nazionale. La nostra azione politica ha fin dall’inizio messo al centro la Cultura e di questo se ne è fatto interprete l’Assessore Federico Vaccarini che sta portando avanti proposte sempre interessanti e molto valide, con una attenzione particolare soprattutto alle giovani generazioni. Continuiamo la missione di divulgazione culturale che ha caratterizzato il Centro sin dalla sua nascita”.

“Un anniversario - dichiara l'assessore alla cultura Federico Vaccarini - che vuole essere un nuovo e rinnovato punto di partenza per favorire il valore emancipativo della cultura. Un'occasione per riflettere sui nuovi progetti e consolidare gli eventi e le ricorrenze storiche legate alle tradizioni della città in ottica innovativa. Un’opportunità per rilanciare la cultura grazie ad un programma di azioni condiviso, partecipato ed efficace nel lungo periodo”.

Gli eventi

In programmazione un ciclo di incontri e dialoghi tra filosofia e non-filosofia, a cura di Claudio Paolucci, professore ordinario di Semiotica e Filosofia del linguaggio all’Università di Bologna, già allievo di Umberto Eco, dedicati alla storica rassegna culturale di Cattolica “Cosa fanno oggi i filosofi?” ideata da Marcello Di Bella nel 1980. Partendo dall'omaggiare il primo ideatore e curatore della rassegna, il nuovo format introduce diversi linguaggi comunicativi, affiancando i personaggi accademici a persone che “fanno altro”, facendoli dialogare con artisti, musicisti, chef, registi, su temi che sono al centro del dibattito contemporaneo, con l'intendimento di apprezzare la filosofia come spunto per “far fare cose ai filosofi”. All'interno della rassegna troverà spazio, inoltre, un approfondimento sulla storia e sull'evoluzione della letteratura “gialla” in Italia, in occasione dell'importante traguardo dei 50 anni del Premio Gran Giallo Città di Cattolica e in attesa del MystFest che si svolgerà dal 26 Giugno al 2 Luglio.

Regina Fumetti festival

Per concludere, un'assoluta novità: al via la prima edizione di Regina Fumetti Festival, manifestazione in programma a Cattolica dal 30 marzo al 1 aprile con la direzione artistica di Alessandro Baronciani, fumettista e illustratore. Il festival riporta l'attenzione sulla piazza, come affermava l'architetto Pier Luigi Cervellati in occasione dell'inaugurazione del Teatro - La nuova fabbrica della cultura - : “La nuova piazza dovrebbe diventare un traguardo, nel senso di attribuire a questo luogo il carattere di centro, di luogo d’incontro”. Gli artisti e i partecipanti del festival si ritroveranno, infatti, in biblioteca, nel porticato, in teatro e nel foyer. Il Regina Fumetti Festival è un evento unico nel panorama festivaliero italiano: si propone di favorire nuove forme di incontro e connessione tra il mondo dell'illustrazione e della musica per 3 giornate esclusive di Fumetti che diventano concerti, che diventano spettacoli. Si alterneranno reading, bootcamp, lezioni illustrate, mostre e concerti illustrati. Tra i tanti appuntamenti in cartellone che animeranno la tre giorni: Davide Toffolo, frontman dei Tre Allegri Ragazzi Morti e fumettista, con lo spettacolo tratto dal suo "Graphic novel is dead"; le prime assolute dei reading/spettacoli di Josephine Yole Signorelli - in arte Fumettibrutti -, di Holdenaccio e di Eliana Albertini con Gero Arnone: tutti realizzati durante il Bootcamp (ovvero un vero e proprio workshop per la creazione di uno show tra musica e fumetto); il concerto disegnato dei Post Nebbia, anche questa una prima assoluta, accompagnati da performance di live drawing; il concerto acustico di Generic Animal che presenta in anteprima assoluta il suo nuovo album "Mondo Rosso"; le lezioni illustrate con tanti esponenti dell'universo dei fumetti e dell'illustrazione in Italia tra cui Ale Giorgini, Luca d'Urbino, Valentina De Poli e Alino. Ad arricchire il programma anche due mostre, la prima dal titolo "Produzione Propria" dedicata ai libri e alle produzioni indipendenti di Alessandro Baronciani, la seconda dedicata, per la prima volta in Italia, ad una casa editrice: Bao Publishing con una visita guidata insieme a Caterina Marietti e Michele Foschini, fondatori della casa editrice.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quarant'anni fa l'inaugurazione della biblioteca, in suo onore incontri e il Regina Fumetti festival

RiminiToday è in caricamento