rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Cronaca

8 marzo, nasce la rete "Casa delle donne" per aiutare chi in diffcoltà. Poi un mese di eventi a tema

Non un giorno di festa, ma un mese di riflessione in occasione del centenario della giornata internazionale della donna con “L’otto sempre – 1922/2022"

Non un giorno di festa, ma un mese di riflessione in occasione del centenario della giornata internazionale della donna; non una data o un periodo specifico per parlare di donne, ma un impegno quotidiano condiviso da una rete e da una comunità, con l’ambizione di portare le pari opportunità sempre più nell’agenda sociale, culturale e politica di Rimini. Chiara Bellini, vicesindaca del Comune di Rimini, con delega alle politiche di genere, ha presentato questa mattina “L’otto sempre – 1922/2022”, il cartellone di incontri, dibattiti, conferenze, spettacoli e concerti dedicato alle donne. Un cartellone plurale perché frutto della programmazione corale che vede Comune di Rimini insieme alle associazioni che, proprio in mattinata, hanno aderito alla costituzione della “Rete Casa Donne”. Una rete nata per sostenere e condividere le attività della “Casa delle donne” del Comune di Rimini che, proprio da marzo, partirà con un potenziamento dei servizi e, in particolare, un nuovo compito di volano culturale e organizzativo per le iniziative territoriali legate alle donne. La rete ha già nominato come presidente Annamaria Semprini.

Il programma degli eventi

Martedì 8 marzo inizierà alle ore 9,30 con la premiazione delle imprenditrici riminesi. Sala giunta, piazza Cavour 27. Alle 21 al Teatro degli Atti ci sarà invece lo spettacolo teatrale Sisterhood, ideato e realizzato da Isadora Angelini e Luca Serrani - Teatro Patalò. Spettacolo ad ingresso gratuito; prenotazione dal 1 marzo.

Sabato 12 marzo, alle 14,30 partirà dall’Arco d’Augusto la Camminata degli uomini - Cambiare si può, per i diritti e contro la violenza sulle donne organizzata dalla associazione culturale Cambia-Menti e associazione DireUomo, spazio ascolto uomini maltrattanti In collaborazione con Movimento Centrale Teatro/Danza.

Martedì 15 marzo, alle 21, al Fulgor, sarà il momento della musica jazz con uno spettacolo tutto al femminile: D'amore e d'orgoglio, con Indaco trio e dedicato a Billie Holiday, Nina Simone e Joni Mitchell. In collaborazione con Rimini Jazz club.

Venerdì 18 marzo, ore 17, alla sala della cinetica della biblioteca Gambalunga, “Parla con lei. Sapienza contro violenza. La lingua che cambia". Rappresentare le identità di genere, creare gli immaginari, aprire lo spazio linguistico (Eris Edizioni). Incontro con Manuela Manera in dialogo con Vera Bessone del Coordinamento Donne Rimini.

Sabato 26, alla sala del giudizio del museo della città secondo appuntamento con “Parla con lei. Sapienza contro violenza Olympe de gouges e noi. Educare alle differenze, lottare per l’autodeterminazione, praticare la libertà. Incontro con Thomas Casadei e Vittorina Maestroni. A cura del Coordinamento Donne Rimini.

Domenica 27 marzo, con raduno all’Arco d’Augusto alle ore 9, il momento conclusivo con Cammina per lei. Camminata di salute non agonistica. Organizzata dalla associazione Crisalide .

Nasce la rete "Casa delle Donne”

La Rete Casa Donne, costituita formalmente proprio lunedì (28 febbraio), è composta dall’amministrazione comunale e dalle associazioni e dagli enti che operano sul territorio cittadino e svolgono attività di promozione della cultura della parità tra uomo e donna e di assistenza e aiuto alle donne. La Rete si prefigge lo scopo di ampliare l’offerta di servizi della Casa delle Donne del Comune di Rimini, attraverso l’organizzazione di iniziative ed eventi rivolti alla cittadinanza, con l’obiettivo di eliminare le ineguaglianze e di promuovere la formazione, la sensibilizzazione e diffusione della parità tra uomini e donne e l’empowerment femminile in tutte le sue attività. Possono far parte della Rete tutti gli enti e le associazioni, aventi sede nel Comune di Rimini che svolgano prevalentemente attività volte a migliorare la condizione femminile in tutti i campi di attività, anche attraverso proprie articolazioni interne.

Fanno parte della Rete, oltre al Comune di Rimini, in veste di promotori le seguenti Associazioni: - Rompi il Silenzio - Crisalide - Soroptimist International Club Rimini - Coordinamento Donne - Acli Coordinamento Donne - Uisp Rimini.

“La Casa delle donne – dice Chiara Bellini, vicesindaca con delega alle politiche di genere - non sarà più solo uno sportello di servizi (comunque importante, con i centri antiviolenza e i servizi di assistenza legale, gli sportelli psicologici, tra gli altri) ma un luogo e una fucina di riflessione sulle donne le politiche di genere. Un risultato che si può ottenere solamente con l’impegno di tutta la comunità. L’intenzione di questa marcia degli uomini non è paternalista, perché noi donne sappiamo difenderci da sole. Il senso di questa nostra iniziativa è quello di dare un segnale importante e che non sia solo simbolico: è il momento che gli uomini comincino a metterci la faccia, a scendere in campo in prima persona, non per difendere le donne, ma per un cambiamento degli uomini per gli uomini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

8 marzo, nasce la rete "Casa delle donne" per aiutare chi in diffcoltà. Poi un mese di eventi a tema

RiminiToday è in caricamento