Gli antifascisti al porto per protestare contro il governo italiano

Il Coordinamento riminese si mobilita per condannare la decisione di non accettare la nave Acquarius

Il Coordinamento antifascista della provincia Rimini si mobilita per condannare la decisione del governo italiano di non accettare la nave Aquarius. E organizza per mercoledì in piazzale Boscovich vicino al porto un presidio per "sensibilizzare su quanto sta avvenendo nel Mediterraneo e per protestare nei confronti delle decisioni prese dall'attuale Governo". E contro una politica che "ignora i diritti umani e che calpesta la dignità di chi fugge da guerre e povertà in cerca di una vita migliore".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento