L'"erba" arriva dal cielo, stroncato traffico internazionale di marijuana

Arrestati 7 cittadini albanesi dai carabinieri della Compagnia di Riccione, inondavano la Riviera di stupefacenti

Stroncato dai militari dell'Arma un vasto traffico di stupefacenti con una banda che, dall'Albania , importava in Italia la droga. L'indagine era iniziata nel 2015 dai carabinieri della Compagnia di Riccione che, nel coso degli anni, ha stroncato la banda di albanesi che inondava di marijuana la Riviera romagnola. In tutto, a finire nell'inchiesta, sono stati 14 stranieri accusati, a vario titolo, di traffico internazionale di stupefacenti.

Il tutto trae origine dalla scoperta di alcune piantagioni di marijuana nell'entroterra della Perla Verde, riconducibili a due famiglie di albanesi, gli Ametaj e i Lamaj. Un'organizzazione che, secondo gli inquirenti dell'Arma, non aveva un vero e proprio capo anche se il capofamiglia Lamaj è stato ritenuto un elemento di spicco. Ad Ostuni, nell'agosto del 2015 i carabinieri avevano poi intercettato un velivolo con un carico di 128 chili di marijuana facendo così scattare una ulteriore indagine della Dda di Bologna.

All'epoca, però, il Gip non aveva accolto le richieste di misura cautelare ma, dopo due ricorsi della Distrettuale, la Cassazione nell'aprile del 2018 ha accolto le richieste dell'Antimafia. Sono così state eseguite 5 misure di custodia cautelare in carcere, 1 obbligo di dimora e 1 presentazione alla polizia Giduiziaria. Al momento, però, degli arrestati solo 2 sono stati eseguiti mentre, gli altri 3, si riferiscono ad albanesi che, attualmente, si trovano nel loro Paese. Gli altri 7, invece, si trovano in Albania dove stanno scontando una pena detentiva sempre per traffico di droga.

IL COMUNE - L’amministrazione comunale "esprime un plauso ai carabinieri della Compagnia di Riccione e a tutti i militari impegnati alla maxi operazione “ Free Flight”. Questa è la dimostrazione del grande e capillare impegno che le forze dell’ordine impiegano sul territorio, anche attraverso un’attività investigativa brillante, oltre al lavoro più immediato svolto quotidianamente. Come amministrazione si rinnova la nostra vicinanza a tutti coloro che hanno permesso il raggiungimento di questo importante obiettivo".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento