menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Cattolica l'innovazione della “Chirurgia della Spalla e del Gomito”

L'apparecchiatura che verrà utilizzata ha moduli operativi specifici per il ginocchio e per la spalla e consente di simulare gli aspetti chiave della chirurgia artroscopica, in aggiunta alle tradizionali tecniche d'apprendimento, con maggiori performance in tempi più brevi

Ancora un importante appuntamento formativo, all'insegna dell'innovazione, organizzato dall'Unità Operativa di “Chirurgia della Spalla e del Gomito” dell'Ospedale “Cervesi” di Cattolica, diretta dal professor Giuseppe Porcellini e che sempre di più si configura anche come un polo d'alta formazione oltre che clinico. Sabato avrà luogo infatti un corso di didattica artroscopica con simulatore virtuale.

In pratica il il dottor Domenico Tigani (primario dell'Ortopedia dell'Ospedale “Maggiore” di Bologna), il professor Porcellini, i medici della sua equipe (i dottori Paolo Paladini, Fabrizio Campi, Francesco Fauci, Giovanni Merolla, Marco Saporito), il dottor Alessandro Ingardia (Anestesia Rianimazione dell'Ospedale “Infermi” di Rimini), ma anche i medici provenienti da tutt'Italia che già stanno seguendo gli stage organizzati presso l'Unità Operativa, effettueranno interventi chirurgici virtuali sui distretti della spalla e del ginocchio, utilizzando simulatori innovativi, che contengono anche sensori relativi al tatto e quindi alla pressione che il professionista deve esercitare quando lavora.

Il programma complessivo del corso contempla una prima parte di relazioni verbali: presentazione del corso e definizione degli obiettivi a cura del professor Porcellini alle ore 8:15 seguita da una comunicazione, da parte della sua equipe, relativa alla chirurgia artroscopica della spalla. Alle 8:45 il dottor Tigani illustrerà la “Chirurgia artroscopica del ginocchio”; seguirà il dottor Ingardia con due relazioni: su “Trattamento del dolore post-operatorio nella chirurgia artroscopica” e su “Trattamento del dolore cronico osteoarticolare”.

Quindi, dopo una discussione e la pausa, a partire dalle ore 10:15 e fino alle 13:45, le esercitazioni virtuali e infine la conclusione con le verifiche d'apprendimento. L'apparecchiatura che verrà utilizzata ha moduli operativi specifici per il ginocchio e per la spalla e consente di simulare gli aspetti chiave della chirurgia artroscopica, in aggiunta alle tradizionali tecniche d'apprendimento, con maggiori performance in tempi più brevi. Al termine di ogni sessione l'apparecchio consente di valutare l'operato del professionista.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento