menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Cattolica nasce il primo Pinguino da spiaggia

All'Acquario di Cattolica le emozioni non hanno fine, gioia e soddisfazione dilagano per la nascita del primo pinguino di Humboldt. Si tratta della prima nascita di questa specie nella struttura romagnola

All’Acquario di Cattolica le emozioni non hanno fine, gioia e soddisfazione dilagano per la nascita del primo pinguino di Humboldt. Si tratta della prima nascita di questa specie nella struttura romagnola, a testimonianza di come lo staff dell’Acquario di Cattolica abbia saputo ricreare nella vasca espositiva le condizioni ambientali che caratterizzano l’habitat di questa colonia di 12 esemplari, tipici dei climi temperati.

L’uovo è stato deposto nel nido appositamente creato nelle rocce della vasca ed è stato covato alternativamente da entrambi i genitori per ben 6 settimane. Il piccolo, nato il 29 aprile al momento della nascita pesava circa 80 grammi,  il suo corpo appena nato era ricoperto da una fitta peluria  grigia, tipica delle prime fasi di vita, che in questo momento sta perdendo per fare spazio alle prime penne in crescita di colore grigio, solo fra un anno con la nuova muta, assumerà il piumaggio bianco e nero tipico degli adulti.

Attualmente pesa 2,80 chili; indice  questo  di un buono stato di salute. Da adulto potrà  pesare fino a 5 chili e arrivare a 60 centimetri di altezza. Per capire il sesso del cucciolo, bisognerà aspettare l'esame del Dna che verrà effettuato fra alcuni mesi. Il piccolo, attualmente viene ancora alimentato dai genitori che rigurgitano nel suo becco il cibo predigerito, ma molto presto inizierà lo svezzamento che prevede un’integrazione della dieta con cibo somministrato dal personale  del settore acquariologico,  fino alla completa sostituzione del cibo dato dal padre e dalla madre.

Soltanto dopo la prima muta, che avviene dopo i tre mesi di vita, il piccolo potrà immergersi in acqua, per il momento si gode le cure di mamma  e papà, che non lo perdono di vista neanche un  momento perfino mangiando a turno per continuare ad  accudirlo. Il piccolo raggiungerà l’indipendenza in un periodo variabile tra le 9 e le 17 settimane. Come tutti i pinguini anche la specie di Humboldt (Spheniscus humboldti) è monogama e solitamente si creano coppie che restano stabili per tutta la vita, è il caso di Babba e Lalla, genitori del piccolo nato; arrivati  a Cattolica il nell’ estate 2010.

Dopo un corteggiamento durato sei mesi, hanno siglato la loro unione a vita, dal natale  2010. La coppia ha iniziato da subito a scegliere la loro dimora e come tutte le altre presenti, si si è impegnata  meticolosamente nella progettazione e costruzione del loro nido d’amore, utilizzando rami, foglie e sassi presenti all’interno dell’ambientazione. Dal 2011 hanno deposto 6 uova, ma essendo troppo giovani, nessuna è mai stata  fecondata, fino a questa nascita andata a buon fine.

La colonia dei 12 pinguini di Humboldt, tipici delle coste del Perù e del Cile, vive dal luglio 2010 all’ Acquario di Cattolica, tutti gli esemplari sono nati in ambiente controllato, e sono frutto di uno scambio  con lo Zoo di Chester in Inghilterra  e con  lo Zoo di Vienna.  Ognuno di loro ha un braccialetto colorato sull’ala che lo rende riconoscibile dal personale acquariologico che li segue in tutte le fasi della giornata. Mangiano 2/3 volte al giorno circa 400 gr. tra keppeling, aringhe e sardoncini.

Vivono nella grande area espositiva di 80mq., inaugurata  nel luglio 2010, di cui il 50% di superficie emersa e per il 50% di superficie umida di  circa 60.000 litri d’acqua marina. Una fedele riproduzione delle condizioni del clima, spazio e luce delle zone cilene e peruviane in cui vivono e si riproducono questi uccelli marini. La vasca consente al pubblico di immergersi idealmente nel mondo dei pinguini e di poterli osservare durante la loro permanenza sulle rocce, nel loro agile e veloce movimento subacqueo e nei balzi e guizzi per uscire dall’acqua.

L’exhibit è frutto della professionalità e dell’esperienza maturata dal gruppo dell’Acquario di Cattolica, in collaborazione con l’Acquario di Genova, entrambe realtà del gruppo Costa Edutainment, dove lo scrupoloso rispetto delle linee guida per il miglior mantenimento di questi animali si evince in ogni angolo dell’habitat riprodotto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento