A piedi da Loreto al Vaticano per sostenere i marò prigionieri in India

A portare avanti l'iniziativa due marescialli della Guardia di Finanza di Rimini che, in pochi giorni, percorreranno quasi 300 chilometri per poi incontrare papa Francesco

Mercoledì 19 marzo è la data di partenza di una manifestazione benefica, organizzata a sostegno dei due marò attualmente detenuti in India e ancora in attesa di giudizio, che dovrebbe concludersi domenica 30 marzo a Roma al cospetto di Papa Francesco. Per dare un forte segnale di solidarietà ai due marò e alle loro famiglie è stato infatti organizzato un cammino particolare di ben 290 km a piedi all’insegna della fede: il percorso che attraverserà l’Appennino Marchigiano, Umbro e Laziale, avrà infatti origine dal Santuario della Madonna di Loreto, toccherà la Basilica di Santa Rita da Cascia per terminare nella Città del Vaticano, dove gli organizzatori della maratona, Nicola Antonio Cinquepalmi e Domenico Gallo, dovrebbero venire accolti da Papa Francesco. Obiettivo prioritario di questa maratona benefica, e di tutti coloro che la sosterranno, è la speranza che l’iniziativa possa in qualche modo sensibilizzare la bontà del popolo indiano e delle sue Istituzioni, affinché nel giudicare Massimiliano Latorre e Salvatore Girone possano essere indulgenti.

L’idea di andare a fare visita al Santo Papa è di Antonio Cinquepalmi e del suo amico e collega Domenico Gallo, entrambi marescialli della Guardia di Finanza, che percorreranno a piedi in pochi giorni il lungo cammino insieme a tutti coloro che vorranno unirsi a loro. E’ probabile che altri rappresentanti delle forze dell’ordine decidano di prendere parte all’iniziativa. Grazie al prezioso contributo di Pino Palmieri, maresciallo della Guardia di Finanza in servizio a Roma presso il Comando Interregionale per l’Italia Centrale, è già stata inoltrata alle autorità ecclesiastiche del Vaticano una missiva per far giungere la notizia di questa iniziativa al Santo Padre. In vista dell’evento Antonio Cinquepalmi è riuscito inoltre a prendere contatti con Vania Ardito, moglie di Salvatore, e Paola Moschetti, compagna di Massimiliano Latorre, che hanno apprezzato l’iniziativa tanto da condividerla e sostenerla. Anche le due donne sperano di essere accolte dal Santo Papa insieme ad Antonio e Domenico quando giungeranno nella Città del Vaticano al termine del loro cammino religioso. L’iniziativa è sostenuta dai Lions di Novafeltria al quale Antonio si è associato in seguito alla sua prima esperienza podistica lungo la dorsale Adriatica della scorsa estate. In occasione di questo evento il Lions Club “Montefeltro” metterà a disposizione un camper che seguirà i due podisti. La manifestazione non ha carattere agonistico, non ha scopo di lucro, né finalità politiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Coronavirus, nuovo decreto fino al 5 marzo: divieto di ricevere più di due persone in casa

Torna su
RiminiToday è in caricamento