A Rimini la tassa di soggiorno diventa digitale, siglato accordo con Airbnb

L’intesa rappresenta una svolta nella semplificazione del pagamento e della riscossione dell’imposta di soggiorno, contribuendo al contempo ad azzerare completamente il rischio dell’evasione dell’imposta

L’imposta di soggiorno diventa digitale, semplificando la vita alle centinaia di cittadini riminesi. Il Comune di Rimini  e Airbnb hanno infatti sottoscritto l’accordo per rendere automatica la riscossione dell’imposta di soggiorno per i turisti che alloggiano nella cittadina romagnola prenotando attraverso la piattaforma. L’accordo è stato annunciato oggi in Comune dall’Assessore Gian Luca Brasini e da Alessandro Tommasi, Public Policy Manager di Airbnb. Rimini è la prima “capitale del turismo” balneare a perfezionare un simile accordo e una delle sole 5 città insieme a Palermo, Genova, Bologna e Firenze ad aver attivato intese simili con il portale. L’accordo rappresenta una svolta nella semplificazione del pagamento e della riscossione dell’imposta di soggiorno, contribuendo al contempo ad azzerare completamente il rischio dell’evasione dell’imposta.

“Qualche settimana fa il consiglio comunale ha introdotto alcune modifiche al regolamento per l’imposta di soggiorno proprio negli aspetti che interessano le locazioni brevi, nell’ottica di andare a definire regole comuni e certe per le strutture turistiche di tipo tradizionale e per le nuove forme di ospitalità, con l’obiettivo di garantire equità - ha ricordato Gian Luca Brasini, Assessore al Bilancio del Comune di Rimini – Questo importante accordo con Airbnb prosegue nella direzione di perfezionare il presidio di questo specifico segmento di mercato che ruota intorno alle locazioni delle seconde case e che è sempre più rilevante anche nel nostro territorio, tenendo conto delle sue particolari peculiarità. Con questa convenzione si rafforza l'azione di tax compliance nei confronti degli host, semplificando gli adempimenti tributari”.

Per Alessandro Tommasi, Public Policy Manager di Airbnb Italia, l’accordo “è il risultato di un percorso di confronto e di dialogo con l’amministrazione locale, che dobbiamo ringraziare. E’ parte del nostro impegno nei confronti della riviera, un territorio a grande tradizione ricettiva, e al cui sviluppo turistico ed economico vogliamo contribuire con soluzioni digitali che la rendano fruibile in maniera semplice da tutto il mondo. L’Emilia Romagna è la prima Regione con già due città a beneficiare dello strumento, crediamo sia ora di rilanciare il dialogo con il presidente Bonaccini e l’assessore Corsini”

===> Segue

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: come ottenere il codice per vincere fino a 5 milioni di euro

  • Ristoranti aperti solo per i conviventi, Conte: "Chiediamo a tutti di rispettare le regole"

Torna su
RiminiToday è in caricamento