A Santarcangelo nuovi valori per la monetizzazione del verde pubblico

L’assessore Sacchetti: “Riduzione importante dal momento che in passato la monetizzazione del verde pubblico era equiparata a quella dei parcheggi”

Il Comune di Santarcangelo compie un altro passo nella direzione della semplificazione amministrativa e della riduzione degli oneri a carico dei privati. Dal 1° gennaio 2017 sono infatti entrati in vigore i nuovi valori medi dei terreni per la monetizzazione del verde pubblico, pari a 60 euro per metro quadrato di superficie da cedere quali standard urbanistici in caso di nuovi interventi edilizi.

“Si tratta di uno sgravio particolarmente significativo - sottolinea l’assessore alla Pianificazione urbanistica Filippo Sacchetti – sia sotto l’aspetto burocratico sia per quanto riguarda gli oneri a carico del privato, se si pensa che la monetizzazione del verde pubblico era sostanzialmente equiparata a quella dei parcheggi pubblici i cui valori variano, a seconda della zona, fra i 270 e i 500 euro a metro quadrato. Dal momento che con il Rue abbiamo introdotto la possibilità di distinguere la monetizzazione del verde pubblico – aggiunge l’assessore Sacchetti – il valore medio di 60 euro per metro quadrato verrà applicato indistintamente a tutte le zone quale valore medio di mercato, permettendo una forte riduzione degli oneri a carico di chi interviene”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Regolamento urbanistico edilizio, in conformità alle norme urbanistiche ed edilizie vigenti, disciplina infatti i parametri quantitativi delle dotazioni di aree per attrezzature e spazi collettivi e le modalità di monetizzazione degli stessi, stabilendo che per tutti gli interventi edilizi di nuova costruzione, ampliamento e ricostruzione – fatte salve norme specifiche diverse contenute nel Psc e nel Poc – devono essere realizzate e cedute gratuitamente al Comune le quantità minime previste di aree per attrezzature e spazi collettivi, distinti in aree per l'urbanizzazione primaria da attrezzare a parcheggi pubblici e aree per le attrezzature collettive da attrezzare a verde pubblico. Restano confermati gli attuali valori della monetizzazione dei parcheggi pubblici così come stabiliti dai valori delle aree edificabili ai fini Imu riportati nella Delibera di Giunta comunale n. 7/2007, aggiornati con Delibera di Consiglio n. 13/2008.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento