rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Santarcangelo di Romagna

A Santarcangelo partita la lotta biologica agli afidi dei tigli

L’intervento sulle piante di viale Marini e via Ruggeri con oltre 6mila coccinelle e senza alcun prodotto insetticida

È iniziata questa martedì mattina dai tigli di viale Marini e via Ruggeri la lotta biologica agli afidi che tra la fine della primavera e l’inizio dell’estate tendono a infestare piante di ogni forma e dimensione. Il comune di Santarcangelo, in collaborazione con Anthea, ha infatti dato il via ai trattamenti sugli alberi presi di mira dai piccoli insetti, che riuniti in colonie sottraggono linfa da foglie e germogli rallentandone lo sviluppo vegetativo e producendo la fastidiosa melata che imbratta la vegetazione e tutto ciò che si trova al di sotto degli alberi infestati, pavimenti, recinzioni e auto parcheggiate. Dal momento che gli afidi vengono predati da numerosi insetti utili come le coccinelle, l’amministrazione comunale ha scelto di attivare una campagna di disinfestazione di tipo biologico, che si avvale appunto di questi alleati naturali, senza dover ricorrere ad insetticidi che provocherebbero la morte certa di api, farfalle e altri insetti.

Nel dettaglio, il programma di lotta biologica prevede il posizionamento di oltre 6mila coccinelle predatrici di afidi, nonché trattamenti con prodotti ad azione meccanica che immobilizzano gli afidi sulle foglie. L’insetto utilizzato è l’adalia bipunctata che viene allevato in speciali laboratori: le femmine adulte depongono le uova in piccoli gruppi nei pressi delle colonie di afidi e le larve neonate iniziano a nutrirsi di prede, inizialmente ricercando quelle più vicine e di più ridotte dimensioni. Successivamente acquisiscono una grande mobilità estendendo la loro azione in un raggio più ampio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Santarcangelo partita la lotta biologica agli afidi dei tigli

RiminiToday è in caricamento