A spasso col coltello, per il clandestino scatta l'espulsione dall'Italia

A tradire il nordafricano è stato il suo comportamento sospetto che ha fatto intervenire il personale delle Volanti

E' stato tradito dal suo comportamento sospetto e dal fatto che, alla vista di una Volante della polizia di Stato in pattugliamento, ha cercato di fare di tutto per evitarla. Un atteggiamento che non è passato inosservato agli agenti i quali hanno deciso di fermarlo per un controllo. Le risposte evasive dello straniero non hanno convinto il personale della polizia di Stato e, quindi, è sttao deciso di portarlo in Questura. Una volta negli uffici di corso d'Augusto, lo straniero è stato perquisito e trovato in possesso, nascosto sotto la maglia, di un coltello. Gli ulteriori accertamenti sulla sua identità hanno permesso di scoprire che si trattava di un cittadino marocchino 30enne non in regola col permesso di soggiorno in Italia. Il nordafricano, quindi, è stato denunciato a piede libero per il possesso del coltello e, quindi, espulso dal territorio nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento