rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Abbattuto il muro alla stazione, iniziano gli scavi per la nascita del nuovo sottopasso ferroviario

Via Monfalcone è chiusa alla circolazione veicolare e non riaprirà più. Sarà inglobata all’interno della nuova piazza e servirà come accesso pedonale e per il passaggio dei taxi

Abbattuto il muro, si evolve il cantiere per la nascita del nuovo sottopasso alla stazione di Rimini. Ruspe al lavoro nel cantiere da 11,5 milioni di euro a carico di Rfi. Dopo l’annuncio, e la simbolica picconata ad opera del sindaco Jamil Sadegholvaad, il muro ora è abbattuto e iniziano le operazioni propedeutiche allo scavo del tunnel. Si procederà in due step: prima con la rimozione dei binari dai numeri 7-11, poi dai numeri 12-16. Per un intervento di circa 50 metri lineari, che unirà il passaggio anche alla scalinata principale della stazione.

Stazione - Una "picconata" storica apre il nuovo cantiere

Via Monfalcone è chiusa alla circolazione veicolare e non riaprirà più. Sarà inglobata all’interno della nuova piazza e servirà solo come accesso pedonale ed eventualmente per il passaggio dei taxi. Le modifiche alla circolazione riguardano in particolare la via Monfalcone che, all’altezza di via Paolo Mantegazza, è stata interrotta con l’obbligo della svolta a sinistra per i conducenti dei veicoli che potranno proseguire in direziona mare fino all’incrocio con piazzale Carso, percorribile con dopo senso di marcia. Provenendo poi da Piazzale Carso - per i veicoli che devono perseguire in direzione sud - si potrà svoltare a destra nella via Trieste che è a senso unico mare monte, per poi immettersi di nuovo nella via Monfalcone e proseguire verso Piazzale Kennedy.
 

Via Monfalcone-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbattuto il muro alla stazione, iniziano gli scavi per la nascita del nuovo sottopasso ferroviario

RiminiToday è in caricamento