rotate-mobile
Cronaca

Abitazioni temporanee per donne vittime di violenza: Rimini partecipa al bando per aumentare i posti

Il bando si inserisce quindi nel novero delle azioni di sostegno e supporto alle donne in fuoriuscita da percorsi di violenza e dei loro figli e figlie minori

Ci sarà anche Rimini tra le amministrazioni candidate ai finanziamenti del bando regionale per la realizzazione di interventi per alloggi da destinare a soluzioni abitative temporanee per donne vittime di violenza di genere. La giunta ha approvato la candidatura, a seguito di mandato ricevuto dal Comitato di Distretto, relativamente alla ristrutturazione di un immobile di proprietà comunale già iscritto all’elenco dei beni immobili comunali destinati a scopi sociali. In caso di ottenimento dei fondi, i lavori dovranno terminare entro il 31 dicembre 2025. Si tratta di interventi che consentano alle donne vittime di violenza di ripristinare la propria individualità, sostenendo la loro autonomia abitativa nel percorso di fuoriuscita dalla violenza ed aumentando l’offerta di posti letto.

Nello specifico gli interventi finanziati dal bando sono finalizzati ad aumentare l’offerta di posti letto da destinare a soluzioni abitative temporanee per donne vittime di violenza di genere e loro figli e figlie minori (case rifugio) per l’accompagnamento verso la semiautonomia (protezione di secondo livello), così come definite dall’Intesa del 14 settembre 2022 relativa ai requisiti minimi dei Centri antiviolenza e delle Case rifugio.

Il bando si inserisce quindi nel novero delle azioni di sostegno e supporto alle donne in fuoriuscita da percorsi di violenza e dei loro figli e figlie minori, anche destinate all’autonomia abitativa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abitazioni temporanee per donne vittime di violenza: Rimini partecipa al bando per aumentare i posti

RiminiToday è in caricamento